La 39esima esercitazione di sicurezza al Traforo del Monte Bianco

Nella notte tra lunedì 22 e martedì 23 settembre 2014 il Traforo del Monte Bianco è rimasto chiuso al traffico dalle ore 22 alle ore 6 del mattino per lo svolgimento della consueta esercitazione trimestrale di sicurezza.
La prova ha avuto come obiettivo principale la verifica della corretta applicazione delle procedure e dei modi operativi da parte della squadre di soccorso nel caso di un incidente per il quale si renda necessaria la liberazione delle persone rimaste imprigionate all’interno di un veicolo incidentato.

Per l’occasione è stato allestito lo scenario di un mezzo leggero il cui conducente, a causa di un malore improvviso, ha perso il controllo del mezzo all’uscita dal tunnel nel senso Francia-Italia. Dopo avere urtato l’assorbitore d’urto della barriera di sicurezza, la vettura è entrata in collisione con un’altra autovettura che si stava avvicinando all’entrata.

L’incidente si è dunque verificato all’esterno del tunnel, sul piazzale italiano. I due passeggeri del veicolo in uscita, feriti, sono rimasti bloccati tra le lamiere, mentre quelli dell’altro veicolo sono risultati indenni ma in stato di choc. Le squadre di intervento immediato che stazionano in permanenza presso l’entrata del tunnel sono intervenute immediatamente e, assistite dai Vigili del Fuoco di Courmayeur, sopraggiunti nel giro di pochi minuti, hanno dovuto procedere a delicate manovre di liberazione delle vittime.

Numerosi osservatori, tra cui rappresentanti dei Vigili del Fuoco, dei Sapeurs-Pompiers e delle Prefetture della Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia, oltre a rappresentanti del servizio 118, della Croce Rossa Italiana, della Protezione Civile, dell’associazione delle famiglie delle vittime e delle società concessionarie, hanno seguito lo svolgimento della prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + tredici =