A Ravenna proseguono i controlli sugli autotrasportatori

Proseguono i controlli sugli autotrasportatori da parte della Polizia Municipale di Ravenna. E’ lo stesso Comando della località romagnola a riferire che, tra gli altri, nella giornata di martedì 12 agosto 2014, un autotrasportatore della provincia di Lecco è stato multato per avere alterato il cronotachigrafo.

Secondo quanto riferisce la Polizia Municipale l’uomo è stato fermato in via Canale Magni, nel corso di servizi programmati di controllo sull’autotrasporto, attuati dall’Ufficio Emergenza e Sicurezza Stradale. I controlli di routine hanno fatto emeregere l’installazione di un potente magnete sul bulbo del cambio, trasmettitore dei dati, in grado di falsare le registrazioni di guida. In pratica l’autista risultata “in riposo” quando in realtà stava circolando. Lo stesso autista ha poi ammesso di avere posizionato lui stesso la “famigerata” calamita.

Inevitabili, nei confronti dell’uomo, le sanzioni previste: ritiro immediato della patente, ai fini della sospensione da 15 giorni a 3 mesi, sequestro del magnete ed obbligo alla revisione del cronotachigrafo, entro 10 giorni.

La Polizia Municipale di Ravenna ricorda che i controlli sul traffico pesante nel 2013 hanno riguardato 466 veicoli (di cui il 70% italiani) e che le violazioni complessivamente accertate sono state 205 (154 a carico degli autisti e 51 concorsuali a carico delle aziende di trasporto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − dodici =