A26 Genova Voltri Gravellona, lavori di risanamento tra Ovada e Masone

Autostrade per l’Italia comunica che nell’Autostrada A26 Genova Voltri Gravellona Toce, domenica 15 giugno 2014, nel tratto
compreso tra Masone e Ovada cominceranno importanti lavori di risanamento delle solette dei Viadotti Zanaglia Sud, Stura III e Stura IV Nord. Tali lavori si inseriscono in un più ampio programma che ha già riguardato altri viadotti nella medesima tratta, avviato nel primo periodo utile a valle della stagione invernale e dei ponti festivi che hanno interessato la seconda metà di aprile. Autostrade per l’Italia comunica che le attività sono state programmate in modo da terminare prima del periodo dei maggiori spostamenti estivi. Le modalità esecutive degli interventi rendono inevitabile la realizzazione di cantieri che comporteranno una riduzione di corsie con possibili rallentamenti del traffico in entrambe le direzioni. In particolare in altezza del Viadotto Zanaglia sud (km 26+651) sarà presente una riduzione ad una corsia di marcia, con possibilità di aprire una ulteriore corsia in caso di necessità. Secondo quanto riferisce Autostrade per l’Italia, il termine dei lavori è previsto per venerdì 20 giugno 2014.

Autostrade per l’Italia comunica inoltre che i lavori sui viadotti Stura III e Stura IV, invece, interesseranno la carreggiata nord dove sarà presente una riduzione a due corsie tra i chilometri 24+000 e 27+400. In questo caso i lavori termineranno a fine giugno. In caso di accodamenti, più probabili nel pomeriggio di domenica e negli altri giorni in coincidenza delle ore di punta della mattina e del tardo pomeriggio, per il traffico proveniente da Genova o dal ponente ligure e diretto verso il nord d’Italia si consiglia di precorrere la A10 fino all’interconnessione con la A7 e da qui proseguire in direzione Milano e viceversa in caso di code verso sud; per il traffico locale è invece possibile percorrere la vicina ex SS del Turchino. Autostrade per l’Italia comunica che, d’intesa con la Polizia Stradale, verrà assicurato un presidio costante nell’area di cantiere (servizi di controllo e monitoraggio del traffico e di pronto intervento meccanico) per garantire sempre le migliori condizioni di fluidità e  sicurezza possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + venti =