A3 Salerno-Reggio Calabria, Anas apre altri 18 km

L’Anas ha aperto al traffico oggi altri 18 km della nuova autostrada Salerno-Reggio Calabria di cui circa 10 km a completamento del V Macrolotto, circa 5 km nel VI Macrolotto, in provincia di Reggio Calabria, e 3 km nel lotto tra Lamezia Terme e il torrente Randace, in provincia di Catanzaro.

Al taglio del nastro sul viadotto “Favazzina”, a Bagnara Calabra, sono intervenuti il Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti e l’Amministratore Unico di Anas, Pietro Ciucci.

“A distanza di quattro giorni – ha dichiarato l’Amministratore Unico di Anas Pietro Ciucci – siamo nuovamente in Calabria per un’altra importante apertura al traffico sulla nuova A3 Salerno-Reggio Calabria”. Mi auguro che la nostra continua presenza dimostri che sono stati mantenuti gli impegni assunti dall’Anas di dedicare la maggior parte della nostra attenzione a questo territorio”.

“Con l’apertura di oggi – ha proseguito Pietro Ciucci – rendiamo disponibile, in tempo utile per l’imminente esodo estivo, l’intero percorso del V macrolotto da Gioia Tauro fino a Scilla in provincia di Reggio Calabria. Un’opera impegnativa, dal punto di vista ingegneristico, che si sviluppa attraverso una successione continua di viadotti e gallerie, dove sono stati adottati tutti gli accorgimenti per garantire il massimo livello di sicurezza e confort per l’utente”.

Solo su questa tratta, di circa 10 km, sono stati costruiti 8 viadotti (Feliciusu, accesso allo Sfalassà, Catoiu, Favazzina, Costa Viola, Scirò, Oliveto e D’Angelo) per una lunghezza complessiva di circa 1,6 km e 5 gallerie (San Giovanni, Feliciusu, Muro, Brancato e Costa Viola) per una lunghezza di quasi 5,5 km.

Complessivamente, sul V macrolotto sono stati realizzati, su entrambe le carreggiate, 24 viadotti e ponti, 12 gallerie naturali e 1 galleria artificiale, oltre agli  svincoli di Palmi e Bagnara.

“Il costo dell’investimento complessivo per il V Macrolotto – ha precisato Ciucci – è pari a 1 miliardo e 125 milioni di euro”.

Nell’ambito dei lavori sono state, inoltre, realizzate numerose opere secondarie come cavalcavia, sottovia, tombini idraulici, opere di sostegno e importanti opere idrauliche. Sono in corso e verranno ultimati entro l’anno tutti i lavori di rinaturalizzazione con i quali verrà ripristinata la morfologia del territorio ed in alcuni casi, in particolare tra i vecchi svincoli di S.Elia-Melicuccà e Bagnara, verranno recuperate le strutture preesistenti della vecchia autostrada che diventerà la bretella di approccio alla nuova autostrada per l’area dell’Aspromonte.

Il nuovo tratto permette di agevolare i flussi di traffico giornaliero verso Reggio Calabria e migliora notevolmente gli spostamenti turistici verso la costa Viola, oltre a dare piena funzionalità e sicurezza all’infrastruttura nel suo complesso, secondo i più moderni standard di progettazione, contribuendo a una ulteriore riduzione dei tempi di percorrenza dell’intera Salerno-Reggio e, in particolare, del traffico di lunga percorrenza diretto a Reggio Calabria e in Sicilia.

“L’impegno e l’attenzione dell’Anas sulla A3 – ha concluso l’Amministratore Unico dell’Anas Pietro Ciucci – restano alti. Entro fine luglio 322 saranno i nuovi km aperti sulla Salerno-Reggio Calabria. Con le aperture al traffico di oggi siamo già a 317 km di nuova autostrada fruibile all’utenza, gli ultimi 5 km verranno aperti il 31 luglio”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather