Anas, Valerio Mele nuovo Capo Compartimento Sardegna

Il Presidente dell’ Anas Pietro Ciucci ha nominato Capo Compartimento della regione Sardegna l’ingegner Valerio Mele. Il Compartimento dell’Anas della Sardegna gestisce oltre 3000 chilometri di strade statali. Tra lavori in corso, in fase di avvio e programmati, in questa regione l’Anas ha previsto investimenti per circa 3,5 miliardi di euro, di cui circa un miliardo relativo ai lavori attualmente in corso tra i quali l’ammodernamento della strada statale 199 “di Monti” (itinerario Sassari-Olbia) e della strada statale 195 “Sulcitana”.

Nato a Bari il 10 agosto 1972, Mele è in Anas dal novembre del 1998, con prima destinazione il Compartimento del Friuli – Venezia Giulia. Qui ha svolto la propria attività sia nell’ambito delle nuove opere, con funzioni di progettista e direttore dei lavori, sia occupandosi di esercizio e manutenzione.

Dopo una parentesi come capo ufficio della sezione staccata di Pescara, è stato chiamato, nel 2003, presso il compartimento Anas dell’Abruzzo dove, prima come Dirigente dell’area tecnica settore nuove costruzioni e poi, dal maggio 2007, come Capo Compartimento ha contribuito al miglioramento della rete viaria abruzzese con importanti realizzazioni di nuove strade.

Mele ha anche diretto il Compartimento dell’Abruzzo nei giorni drammatici del terremoto dell’aprile 2009 all’Aquila, coordinando le squadre Anas intervenute in soccorso della popolazione, attivando sin dalle prime ore gli interventi di ripristino per garantire la transitabilità della rete, ed adoperandosi per il miglioramento della viabilità della città di L’Aquila, in collaborazione con la Protezione Civile. A coronamento della sua esperienza in Abruzzo c’è stata l’apertura della nuova sede compartimentale Anas a L’Aquila, costruita ex novo con ardite concezioni architettoniche ed ingegneristiche dopo il grave danneggiamento della sede storica.

L’esperienza al Compartimento del Lazio, dove  è arrivato nel febbraio 2011, è stata particolarmente significativa per la gestione e l’esercizio della rete, soprattutto per la presenza di arterie autostradali di primaria importanza per il traffico, quali il Grande Raccordo Anulare e l’autostrada Roma – aeroporto di Fiumicino.

Nello stesso periodo ha contribuito al completamento ed all’apertura al traffico di alcune importanti opere infrastrutturali, tra le quali: la variante di Vetralla sulla SS675, il collegamento tra l’abitato di Monterotondo Scalo ed il casello A1 di Castelnuovo di Porto, l’ultimo tratto della complanari dell’autostrada Roma – Aeroporto di Fiumicino in prossimità della Fiera di Roma, la galleria Cassia nella carreggiata interna del GRA.

L’ingegnere Mele sostituisce l’ingegnere Oriele Fagioli che assume l’incarico di Capo Compartimento della Viabilità per il Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 18 =