Anita: Avvilente il “balletto” sui fondi per l’autotrasporto

L’associazione Anita ha commentato il balletto in atto relativamente ai fondi destinati per l’autotrasporto per il 2014.

Una nota del presidente dell’associazione, Eleuterio Arcese, recita: “La notizia del taglio dei fondi destinati all’autotrasporto da parte della ragioneria dello Stato e l’immediata rassicurazione del ministro Lupi obbligano tutti noi ad una attenta e seria riflessione. Non è più accettabile che l’autotrasporto debba assistere, ormai con andamento ciclico, all’assegnazione di risorse che, per un motivo o per un altro, vengono successivamente sottratte e poi, in tutto o in parte, riassegnate. Questo balletto oltre ad essere avvilente per la categoria, distoglie l’attenzione da quelle che sono le reali emergenze del settore, come il peso del costo del lavoro, che porta con sé gran parte delle criticità che rendono l’autotrasporto italiano non competitivo sui mercati. Le imprese hanno bisogno di certezze, che possono essere date solo rendendo strutturali le risorse assegnate alla categoria, affinché diventino parte integrante di un più ampio disegno di riforme, per riportare l’autotrasporto italiano al centro delle politiche economiche del Paese. Lo abbiamo chiesto con forza al precedente Governo in occasione degli ultimi incontri, e lo riconfermiamo ora al nuovo Esecutivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =