ANITA chiede incontro urgente al ministro Delrio

Attraverso il proprio sito web, l’associazione ANITA annuncia di avere chiesto un incontro urgente al neo-mnistro delle Infrastrutture e Trasporti. Graziano Delrio, nel quale “affrontare a tutto tondo le tematiche che impattano sulla competitività delle imprese italiane di autotrasporto e che vanno ad incidere negativamente sulla concorrenza”.

ANITA ritiene che, in primis, sarà necessario affrontare l’emergenza lavoro quale elemento su cui si gioca il futuro delle imprese del settore e, nonostante, da parte di ANITA, vengano ritenute apprezzabili le misure già messe in atto dal Governo, l’associazione ritiene che sia necessario trovare misure straordinarie e aggiuntive che permettano alle imprese di ricominciare ad assumere in Italia e allo Stato di poter aumentare il gettito fiscale e contributivo.

Sul piano internazionale sono due i temi principali ed urgenti sui quali ANITA richiamal’attenzione del Ministro Delrio: “individuare possibili iniziative da intraprendere per contrastare le forme di dumping sociale, ormai inaccettabili; trovare soluzioni che permettano di reinserire i vettori italiani sulle direttrici di traffico con i Paesi esteri, dalle quali vengono sempre più marginalizzati”.

Sul piano nazionale, invece, il Presidente di ANITA, Thomas Baumgartner, evidenzia come vi sia una serie di argomenti che generano ed alimentano il gap competitivo con le imprese degli altri paesi, derivanti dal recepimento più restrittivo di regole comunitarie del nostro ordinamento, ovvero di regole interne delle quali non si chiede il rispetto ai vettori esteri che operano in Italia in regime di cabotaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − dieci =