ANITA scrive al ministro Lupi per chiedere incontro urgente

Nella giornata di lunedì 16 marzo 2015, l’associazione ANITA ha scritto al ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, per chiedere un incontro urgente nel quale individuare le necessarie strategie e gli interventi da apportare rapidamente al fine di “riposizionare il settore dell’autotrasporto italiano nel contesto nazionale ed internazionale”.

Sul piano internazionale sono due gli aspetti fondamentali ed urgenti sui quali ANITA ha richiamato l’attenzione del Ministro Lupi: da un lato individuare possibili iniziative da intraprendere per contrastare le forme di dumping sociale, ormai inaccettabili; dall’altro lato, trovare soluzioni che permettano di reinserire i vettori italiani sulle direttrici di traffico con i Paesi esteri, dalle quali vengono sempre più marginalizzati.

Sul piano nazionale, il Presidente Thomas Baumgartner – riferisce ANITA – ha evidenziato una serie di argomenti che generano ed alimentano il gap competitivo con le imprese degli altri Paesi, derivanti dal recepimento più restrittivo di regole comunitarie del nostro ordinamento, ovvero di regole interne delle quali non si chiede il rispetto ai vettori esteri che operano in Italia in regime di cabotaggio.

Un’altra questione sollevata – conclude ANITA – è quella legata alle criticità derivanti dal trasferimento delle competenze dalle Province alla Motorizzazione, non ancora pienamente attuato, che disorientano le imprese ed il mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =