Autostrade: Mezzi pesanti entrati in autostrada nonostante il divieto

E’ garantita su tutta la rete di Autostrade per l’Italia la percorribilità per i veicoli leggeri. Da 36 ore sono in atto intense precipitazioni nevose su vaste aree del centro-nord del Paese, con accumuli al suolo eccezionali fino a quote di pianura. In particolare in Emilia Romagna si sono registrati oltre 40 cm di neve a Bologna, 50 cm a Parma e quasi un metro nel tratto appenninico all’altezza di Pian del Voglio. In accordo con la Polizia Stradale e come previsto dai Protocolli operativi vigenti – la cui attivazione era stata ampiamente preannunciata nei giorni precedenti – lungo i tratti interessati dalle precipitazioni più intense sono stati attivati i provvedimenti di fermo temporaneo dei mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate con indicazione degli itinerari alternativi.

Nel corso della notte, durante la fase di picco delle precipitazioni nevose, numerosi mezzi pesanti hanno violato tali provvedimenti e sono entrati in autostrada nonostante il divieto, interrompendo la continuità dei trattamenti di salatura e sgombero neve e determinato temporanei problemi di transitabilità in A4, tra Dalmine e Seriate, in A1 tra l’allacciamento A15 e Parma e in A14, tra Castel S. Pietro e l’allacciamento con la A1.

Le precipitazioni hanno progressivamente interessato circa 700 km di rete di competenza di Autostrade per l’Italia in Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Liguria e Friuli Venezia Giulia. Il modello operativo di Autostrade per l’Italia è stato attivato preventivamente mettendo in campo complessivamente oltre 1.200 mezzi e 2.500 uomini. Attualmente a Bologna non nevica più mentre continuano intense nevicate sull’ A1 Milano-Napoli, tra Parma e Pian del Voglio.

I provvedimenti di divieto temporaneo di accesso e transito per i mezzi con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate sono al momento attivi sui territori delle Province di Bologna, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza e Lodi dove sono state emesse le relative Ordinanze prefettizie. Di conseguenza i punti di accumulo temporaneo dei mezzi pesanti sono presenti sulla A1, in direzione di Bologna, ad Attigliano, Incisa e Firenze nord (dove si registrano circa 4 km di coda); in A1 in direzione di Firenze al bivio per Casalecchio; in A14, in direzione di Bologna, a Fano e Cesena; sull’A13 a Ferrara Nord.

A partire del pomeriggio si prevede una graduale riduzione dell’intensità delle precipitazioni nevose.

c.s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + tredici =