Autostrade, il dettaglio di tutti gli aumenti dal 1° gennaio 2013

Ora sono ufficiali le percentuali di aumento delle tariffe dei pedaggi sulla rete autostradale italiana. Il 1° gennaio 2013 non farà eccezione rispetto ai Capodanno degli anni precedenti: le tariffe autostradali aumenteranno. Si va dallo 0,82% della Torino-Ivrea-Valle d’Aosta al 14,44% del Raccordo Autostradale Valle d’Aosta per un incremento medio del 2,91%.

Gli aumenti sono stati concessi alle concessionarie autostradali per finanziare gli investimenti infrastrutturali. Per alcune tratte, l’aumento non è stato ancora concesso, tuttavia si tratta soltanto di una sospensione in attesa della verifica degli investimenti fatti prima che venga dato il via libera all’aumento con relativa percentuale.

Qui di seguito il dettaglio delle tratte con la relativa percentuale di aumento rispetto alla tariffa sinora applicata.

– Asti Cuneo 7,20

– ATIVA Autostrada Torino-Ivrea – Valle D’Aosta 0,82

– Autocamionale della Cisa 7,39

– Autostrada Brescia – Verona – Vicenza – Padova sospeso

– Autostrada dei Fiori 3,70

– Autostrada del Brennero 1,21

– Autostrade Centropadane 5,66

– Autostrade per l’Italia 3,47

– Autovie Venete 12,63

– CAV – Passante Mestre 13,55

– CAV – Tratte autostradali A4 13,19

– Consorzio Autostrade Siciliane 0,00

– Milano Serravalle Milano Tangenziali 1,16

– RAV – Raccordo Autostradale Valle D’Aosta 14,44

– SALT – Autostrada Ligure – Toscana 3,93

– SAM – Autostrade Meridionali 0,00

– SAT – Autostrada Tirrenica sospeso

– SATAP A4 sospeso

– SATAP A21 sospeso

– SAV – Autostrade Valdostane 11,55

– SITAF – barriera di Avigliana 6,65

– SITAF – barriera di Bruere 4,90

– SITAF – barriera di Salbertrand 6,15

– Strada Dei Parchi 7,56

– Tangenziale Napoli 3,59

– Torino-Savona 2,24

 

© camionistionline.com –  riproduzione riservata

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather