Contro Buran, salamoia antighiaccio e bollettini localizzati su A58-TEEM

Grande freddo per l’intero week-end ma la paura di incidenti non dovrebbe attanagliare automobilisti e autotrasportatori in transito lungo A58-TEEM nonostante l’Autostrada, come molte altre Arterie del Nord, risulti lambita, almeno sino al 2 marzo, da una perturbazione siberiana.

La salamoia antighiaccio sparsa sulle carreggiate dai mezzi di assistenza in base ai bollettini ultrageolocalizzati (rilevazioni ogni 500 metri) consultati dalla Concessionaria consente, infatti, agli utenti di percorrere sereni A58-TEEM sebbene le raffiche di Buran e le precipitazioni nevose rendano difficile la guida.

I 33 chilometri da Melegnano ad Agrate Brianza vengono monitorati, del resto, centimetro per centimetro h24 non solo dal personale di servizio ma anche dai meteorologi incaricati di incrociare le previsioni del tempo con i dati (temperatura, umidità, pressione eccetera) registrati dai sensori posizionati sulla tratta.

Il sistema di sicurezza adottato da Tangenziale Esterna SpA allo scopo di neutralizzare incidenti e disagi causati dall’ondata polare contempla, d’altra parte, il lavoro sinergico tra la squadra di Aurea, la Società di gestione, e il team di Radarmeteo, l’operatore incaricato di elaborare bollettini profilati sull’infrastruttura.

A partire dallo spargimento dell’innovativa salamoia antighiaccio per proseguire con la più tradizionale lamatura dell’asfalto, ogni intervento messo in campo va inquadrato, quindi, nell’ottica della collaborazione costante tra una componente tecnica altamente specializzata e un organismo scientifico certificato ISO.

La condivisione del lavoro consente, dunque, alla Concessionaria di rendere più efficaci le azioni mirate a circoscrivere i rischi per il traffico indotti dal gelo siberiano calibrando qualsiasi operazione attuata a condizioni che, come confermano i rilevamenti computerizzati di Radarmeteo, variano molto da un casello all’altro.

Pure nel corso della prossima settimana, annunciata come la più pericolosa di quest’inverno per la circolazione dopo quella dell’Immacolata segnata dal gelicidio, i tantissimi estimatori di A58-TEEM avranno modo di apprezzare, comunque, la tenuta dell’asfalto garantita dall’Autostrada interconnessa con A1, A4 e A35.

Il piano sciogligelo, scattato non appena il Buran ha incominciato a soffiare e i gradi centigradi a scendere, resterà, difatti, in vigore sino a quando il maltempo, colpo di coda di una stagione rivelatasi sostanzialmente mite, non abbandonerà il Quadrante Sud-Est dell’Area Metropolitana collegato da A58-TEEM.

Finché il gruppo di Aurea e l’equipe di Radarmeteo non lo riterranno indispensabile rimarranno accesi, inoltre, lungo l’intera tratta i 2.000 led che, attivati da 53 umidostati speciali, tracciano la scia salvavita seguita da automobilisti e autotrasportatori per viaggiare tranquilli pure nelle insidiose notti di nebbia in Val Padana.

L’elevato grado di sicurezza offerto da A58-TEEM permetterà, insomma, agli utenti di affrontare senza timori particolari gli spostamenti legati al lavoro o al tempo libero anche in presenza della perturbazione siberiana che, anticipata dalla neve, già ieri ha innescato problemi di viabilità su diverse Arterie dl Nord e Centro Italia.

«Automobilisti e autotrasportatori hanno dimostrato di apprezzare l’efficacia dei nostri moduli di  intervento in caso di maltempo – ha dichiarato il direttore di esercizio di A58-TEEM Federico Lenti -. La soddisfazione degli utenti costituisce per noi un riconoscimento dell’impegno profuso a favore della bassa incidentalità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *