Camionista preso a pugni e rapinato sulla litoranea a sud di Brindisi

Intorno alle ore 19 di ieri (domenica 3 dicembre), un camionista ungherese di 43 anni è stato aggredito e rapinato mentre era fermo con il suo mezzo pesante in una piazzola di sosta sulla litoranea a sud di Brindisi.
L’uomo – secondo quanto riportato da fonti di stampa locale tra cui brindisioggi.it (da cui è tratta la fotografia) – si era fermato a pochi metri dal Lido dei Carabinieri e si era appisolato quando ignoti si sono avvicinati al finestrino rimasto abbassato per metà.

I malintenzionati attraverso la fessura hanno spruzzato uno spray cercando di neutralizzare l’uomo che invece si è svegliato ed ha cercato di reagire. I malviventi gli hanno così sferrato più di un pugno in pieno volto e si sono appropriati del marsupio con denaro e degli effetti personali della vittima.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi che hanno raccolto le dichiarazioni dell’uomo. Il 43enne, che lavora per una ditta ungherese, era diretto all’Agusta Westland, Gruppo Leonardo. La zona è completamente buia e priva di telecamere così la vittima, che ha riportato una brutta contusione al volto, non ha saputo fornire molti dettagli dei suoi aggressori.

Sul caso indagano i Carabinieri.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather