Campania, aperto nuovo tratto variante SS212 “della Val Fortore”

L’Anas ha aperto al traffico un nuovo tratto della variante alla strada statale 212 “della Val Fortore”, per complessivi 2,15 km, tra lo svincolo di Reino e l’innesto con la strada provinciale “Beneventana”, in provincia di Benevento.

“L’opera – ha affermato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – rappresenta il tratto intermedio di un itinerario che, nella sua interezza, consentirà di ridurre l’isolamento delle zone interne del beneventano e offrirà opportunità di sviluppo alle comunità del Pre-Fortore e della Val Fortore”.

Il progetto di ammodernamento della strada statale 212 “della Val Fortore”, infatti, si inserisce nel sistema stradale della regione Campania, necessario per collegare le zone interne con il capoluogo di provincia, Benevento, e le province campane.

I primi 4,3 km di strada statale, dallo svincolo di Benevento allo svincolo di Pesco Sannita sono stati aperti al traffico il 28 marzo 2012, mentre il completamento di un ulteriore tratto di 2,5 km, tra gli svincoli di Pesco Sannita e lo svincolo Stazione Pesco Sannita, è previsto entro il mese di aprile del 2014. L’ultimazione della parte rimanente dell’itinerario a completamento dei lavori è programmata entro la fine delmese di ottobre 2014.

Lungo il tracciato oggi aperto al traffico sono stati realizzati uno svincolo, una rotatoria a fine lotto, 1 cavalcavia e 3 gallerie artificiali.

La sezione stradale adottata è costituita da una carreggiata a due corsie da 3,75 metri e da due banchine laterali pavimentate da 1,50 metri, per una larghezza complessiva di 10,50 metri.

Nel suo complesso, l’intero intervento infrastrutturale della variante alla strada statale 212 “della Val Fortore” prevede l’esecuzione di 7 svincoli a livelli sfalsati e di importanti opere di ingegneria quali 4 gallerie naturali per complessivi 3,2 km, 4 gallerie artificiali per complessivi 685 metri e 8 viadotti in cemento armato e acciaio-calcestruzzo per complessivi 1,8 km.

“L’importo complessivo dell’intervento lungo circa 17 km, tra il bivio di Pietrelcina e lo svincolo per San Marco dei Cavoti – ha concluso il Presidente dell’Anas – ammonta a 178,5 milioni di euro, mentre l’investimento richiesto per il tratto oggi aperto al traffico, dal km 19,124 al km 21,274, è stato pari a 15 milioni di euro”.

L’intervento in corso di realizzazione è stato cofinanziato dalla Regione Campania per un importo di circa 73 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 2 =