Cinzia Franchini: Rinnovare cariche politiche e tecniche MIT

“Le indagini giudiziarie debbono fare il loro corso e non si può certo gridare condanne preventive, tuttavia oggi si pone al Ministero una macroscopica questione di opportunità politica su cui il Governo Renzi si gioca la carta della credibilità” inizia così un comunicato ufficiale del presidente nazionale di CNA-Fita, Cinzia Franchini, in merito alle notizie degli ultimi giorni che vedono parecchi uomini delle istituzioni, e nell’ambito delle infrastrutture e dei trasporti, coinvolti in inchieste su corruzione e malaffare.

“CNA-Fita più volte – ha dichiarato Cinzia Franchini –  ha ribadito, per esempio, l’insostenibilità economica, oltre che politica, del sistema delle concessioni autostradali e i relativi sistemi di pedaggiamento, richiamando l’attenzione del Governo ad azioni di riforma nell’interesse di tanti operatori economici del Paese e non dei soliti lobbisti. Le indagini giudiziarie debbono fare il loro corso e fino all’ultimo grado di giudizio non si può certo gridare a condanne preventive, tuttavia oggi si pone al Ministero una macroscopica questione di opportunità politica su cui il Governo Renzi si gioca la carta della credibilità. L’arresto di Incalza e quanto disvelato dalle intercettazioni – ha concluso la Franchini – rendono necessario l’intervento dell’Esecutivo per un rinnovamento radicale e profondo nel Dicastero di Lupi che sovverta l’inamovibilità di centri di potere gestiti da politici e grandi burocrati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =