CNA-Fita: Pagamento SISTRI è pretesa inaccettabile

L’associazione CNA-Fita ritiene una pretesa inaccettabile il fatto che le aziende debbano pagare il contributo di iscrizione al SISTRI entro il 1° febbraio 2015 al fine di evitare pesanti sanzioni (da 15.500 a 93.000 euro!!!). Inaccettabile poichè significherebbe, secondo l’associazione, pagare per un servizio che non è operativo. Ricordiamo infatti che, all’interno del Decreto Milleproroghe 2014, proprio per la mancata funzionalità del sistema, le relative sanzioni sono state posticipate al 31 dicembre 2015.

CNA-Fita riferisce che, insieme alla CNA, puntando sulla illegittimità della norma, si sta battendo per modificare questa assurda disposizione. Per questo motivo CNA-Fita consiglia le imprese ad aspettare l’ultimo momento per mettersi eventualmente in regola, convinti che la pressione dell’associazione consentirà di ottenere quanto meno un ulteriore rinvio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =