Confartigianato Trasporti: no deroga in divieti 2017 per chi traghetta in Sicilia

“Pubblicato il calendario dei divieti 2017, con la disapprovazione già manifestata per le scelte compiute dal Ministero dei Trasporti che non vanno incontro alle esigenze del mercato e delle aziende di autotrasporto, ecco la beffa per chi viaggia da e per la Sicilia traghettando nei porti calabresi” recita una nota di Confartigianato Trasporti.

“Il decreto contenente il nuovo calendario per il 2017 – prosegue la nota – contrariamente a quanto presentato in bozza, ha eliminato la deroga per i veicoli provenienti o diretti in Sicilia, che scontano le difficoltà connesse con le operazioni di traghettamento nei porti di Reggio e Villa S. Giovanni, per cui l’orario di inizio del divieto è posticipato di due ore e quello di fine è anticipato di due”.

“Questa discriminazione per il sistema dei trasporti da e verso l’Isola è inaccettabile – dichiara il Presidente di Confartigianato Trasporti Amedeo Genedani – I trasportatori subiscono già le inefficienze del porto di Tremestieri per i noti problemi di strutturazione. Spesso questi sono costretti ad attraversare la città di Messina per raggiungere il porto dove perdono altro tempo prezioso perché non trovano i traghetti a disposizione per l’imbarco e il prosieguo del viaggio”.

“Siamo per una diversa impostazione del calendario dei divieti in Italia, ma intanto – conclude Genedani – è fondamentale ripristinare la deroga di due ore per l’inizio e la fine del divieto da e per la Sicilia, finché non saranno garantiti i normali tempi di attesa per il traghettamento agli operatori del trasporto che percorrono quella tratta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =