Confcommercio: 380 mln in meno allo Stato con taglio rimborsi accise su gasolio

Un’analisi di Confcommercio su quello che sarebbe l’impatto della Legge di Stabilità e delle carenze infrastrutturali sul settore dell’autotrasporto rivela che “La riduzione dei rimborsi agli autotrasportatori per le accise sul gasolio e per i pedaggi autostradali prevista dalla Legge di Stabilita’ e’ una misura che, oltre a ridimensionare i 330 milioni previsti dallo stesso provvedimento per interventi a sostegno dell’autotrasporto, configurandosi pertanto come una vera e propria partita di giro, rischia di far perdere allo Stato oltre 380 milioni di euro di introiti fiscali.”

Ciò, secondo l’analisi di Confcommercio, avverrebbe a causa del mancato incasso di Iva e accise sui rifornimenti di carburante che gli autotrasportatori italiani sarebbero incentivati ad effettuare nei paesi esteri dove il gasolio costa molto meno.

L’analisi di Confcommercio riporta anche alcuni numeri interessanti come il fatto che l’autotrasporto genera il 6% del Pil nazionale pur soffrendo un notevole gap di competitività rispetto agli altri paesi europei.  Inoltre tra il 2010 e il 2011 i traffici internazionali svolti dalle imprese di autotrasporto italiane si sono quasi dimezzati (-42%); nel 2012, il costo per chilometro delle nostre imprese di trasporto, a causa soprattutto dell’elevato livello di imposte, assicurazioni, costo del lavoro, costo del carburante, è superiore a quello di tutti i principali Paesi europei, arrivando fino al 78% in più rispetto alla Romania; una ”concorrenza”, quella dei Paesi dell’Est, che si manifesta anche sul versante del costo del lavoro considerando che, rispetto ad un’impresa italiana, il costo annuo di un conducente in questi Paesi è inferiore di oltre il 50% (Polonia il 53,5% in meno, Romania 57%). La sopravvivenza delle imprese dei trasporti e della logistica – conclude Confcommercio è sempre più ardua tanto che dal 2012 ad oggi, si e’ ridotto di quasi 12.000 unita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 7 =