Confetra: Su logistica, Agcom distorce diritto

“Mentre il Governo si sforza di riformare la PA per snellire e razionalizzare l’apparato burocratico, l’Agcom, l’Autorità per le Comunicazioni, sta disegnando per il settore postale un quadro normativo iniquo e vessatorio che non trova uguali nel resto d’Europa”.

Lo afferma in una nota, Confetra che prosegue: “Parliamo di servizi postali che negli altri stati europei sono riferiti sostanzialmente al servizio universale postale a disposizione dei cittadini, mentre in Italia riguardano la gestione di qualsiasi merce con peso fino a 30 Kg. La conseguenza è che oggi molte imprese di spedizione e di autotrasporto devono essere titolari di autorizzazioni postali, pur non prestando servizi postali, bensì servizi logistici in settori dove la merce e’ di peso contenuto, pensiamo all’abbigliamento, agli accessori, ai piccoli elettrodomestici, ecc.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 18 =