Conftrasporto: “Inopportuno e dannoso non decidere sulla Tav”

Conftrasporto-Confcommercio ritiene inopportuna e dannosa la scelta di non decidere sulla Tav. Inopportuna in quanto dimostra che in Italia è possibile non dare continuità agli impegni assunti (la Torino-Lione è un anello parte di un corridoio transeuropeo e riguarda tutta l’economia continentale); dannosa perché, in termini economici, tutti i Paesi coinvolti che hanno già  avviato interventi funzionali al corridoio mediterraneo non potranno che chiedere il ristoro dei danni causati dalla scelta italiana, che disconosce impegni precisi assunti e che va a impattare sull’economia dei loro Paesi.


Una ‘non scelta’, quella adottata in questi giorni, che sconnette l’Italia dai mercati europei, penalizza il sistema produttivo e determinerà penali e ulteriori contenziosi economici per la richiesta dei danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *