Dakar 2014, continua la corsa di De Rooy su Iveco Powerstar

La prima prova speciale in Cile della Dakar 2014 è stata per molti aspetti simile all’ultima in Argentina. Gerard de Rooy con il suo Iveco Powerstar ha guidato a una velocità media di oltre 101 chilometri all’ora, raggiungendo talvolta una velocità massima di circa 150 chilometri all’ora.
De Rooy ha commentato al termine della tappa: “È stata una prova molto veloce, alla fine i nostri avversari sono riusciti a recuperare circa cinque minuti. Noi per il momento abbiamo ancora mezz’ora di vantaggio, ma dobbiamo fare molta attenzione. È sufficiente una foratura per perdere del tempo prezioso: sostituire uno pneumatico su una macchina richiede circa tre minuti, per un camion ne servono quindici. Oggi comunque non abbiamo corso troppi rischi e abbiamo tenuto un buon ritmo, che ci ha permesso di tenere il passo con Kamaz”.

Durante la tappa, i piloti Kamaz Karginov e Sotnikov hanno tatticamente chiuso a “panino” l’Iveco Powerstar ,rendendogli quasi impossibile il sorpasso, con Sotnikov che rallentava appositamente la
sua marcia mentre Karginov pressava da vicino De Rooy. L’olandese è stato molto abile a controllare la situazione, pur essendo costretto tra i due veicoli Kamaz senza avere molte possibilità di manovra.
Al traguardo, Karginov ha avuto la meglio sugli altri due, guadagnando tempo su De Rooy, che ha terminato la gara con cinque minuti di ritardo rispetto al pilota Kamaz. Sotnikov invece si è piazzato al terzo posto con oltre 6 minuti di distanza dal suo compagno di squadra.

Buone performance anche per gli altri piloti del Team Iveco: Hans Stacey ha concluso la tappa in nona posizione con un ritardo di oltre 15 minuti da Karginov, e anche i due Trakker di Adua e Vila hanno ottenuto un buon risultato piazzandosi rispettivamente in undicesima e tredicesima posizione.

Minime variazioni dunque per la classifica generale. De Rooy mantiene la leadership con il suo Iveco Powerstar, con un divario di 32 minuti e 35 secondi dal vincitore di tappa Karginov. Nikolaev e
Sotnikov confermano il loro terzo e quarto posto, mentre Loprais è riuscito ad avere la meglio su Stacey e ora è quinto con sei minuti a suo favore. Stacey, che lo segue, scende quindi in sesta posizione. Pep Vila è al settimo posto, mentre Jo Adua resta fermo al 12esimo.

Nei prossimi giorni sono previste prove ancora molto dure, in particolare a causa della sabbia, e certamente le distanze di tempo tra i piloti aumenteranno.
Oggi, la nona tappa da Calama a Iquique è certamente una delle più attese per via delle altissime dune di sabbia. Gli ultimi tre chilometri in direzione dell’Oceano Pacifico avrà un dislivello di oltre 1.000 metri, con una pendenza media del 30%.

La tappa partirà con una fase di collegamento di circa 37 chilometri, seguita da una prova speciale di 422 chilometri, di cui le prime 160 miglia saranno effettuate su un terreno pietroso, seguito da un percorso sulla superficie sabbiosa. Infine, gli ultimi 40 chilometri prevedono le famose enormi dune sabbiose.

Risultati dell’ottava tappa:

1. ANDREY KARGINOV KAMAZ 2h53m32s
2. GERARD DE ROOY IVECO +00.05.15
3. DMITRY SOTNIKOV KAMAZ +00:06:55
4. ALES LOPRAIS TATRA +00:08:00
5. PETER VERSLUIS MAN +00:08:33
6. MARCEL VAN VLIET MAN +00:09:02
7. ANTON SHIBALOV KAMAZ +00:11:32
8. EDUARD NIKOLAEV KAMAZ +00:14:08
9. HANS STACEY IVECO +00:15:17
10. SIARHEI VIAZOVICH KAMAZ +00:16:13

Classifica generale:

1. GERARD DE ROOY IVECO 31h20m29s
2. ANDREY KARGINOV KAMAZ 31h53m04s
3. EDUARD NIKOLAEV KAMAZ 32h32m30s
4. DMITRY SOTNIKOV KAMAZ 32h43m55s
5. ALES LOPRAIS TATRA 33h08m56s
6. HANS STACEY IVECO 33h15m51s
7. PEP VILA ROCA IVECO 33h48m22s
8. ANTON SHIBALOV KAMAZ 34h09m57s
9. RENE KUIPERS MAN 34h11m23s
10. MARCEL VAN VLIET MAN 34h14m13s
12 JO ADUA IVECO 36h23m03s

c.s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 2 =