Effetto ponte Morandi, l’Anas chiude ai mezzi pesanti il viadotto Allaro (Statale Jonica)

In seguito al crollo del Ponte Morandi, l’Anas ha predisposto una serie di controlli su tutti i ponti d’Italia tesi ad evitare che possano ripetersi simili tragedie. In conseguenza di tali valutazioni, Anas ha disposto il divieto di transito ai mezzi di massa complessiva sopra le 7,5 tonnellate sul viadotto Allaro (Statale Jonica nella Locride) per evitarne il crollo.

Sullo stesso viadotto, Anas ha disposto il limite di velocità massima a 30 chilometri orari. Ora il ponte funziona a senso unico alternato con regolazione semaforica, presidiato da personale Anas forze dell’ordine che appunto controllano che i mezzi pesanti non passino.

Il provvedimento – secondo quanto riportato dal Corriere di Calabria – si è reso necessario a seguito degli abbassamenti della pila 5 e 6 del ponte, registrati mediante il sistema di monitoraggio topografico e inclinometrico attivato sullo stesso. Pertanto, anche alla luce delle risultanze di apposite consulenze scientifiche, si è ritenuto opportuno inibire il transito ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *