Fedex-TNT, Uiltrasporti: “In attesa di negoziare col ministro Di Maio”

“I processi industriali sono utili per rendere sempre più forti le aziende sotto il profilo del mercato, ma non per questo i lavoratori devono essere penalizzati. La Uiltrasporti è contraria a qualsiasi uscita dei lavoratori dal perimetro aziendale”. A dichiararlo è il Segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi, riferendosi alla vertenza in corso relativa al processo di fusione delle due multinazionali FedEx e TNT, con il quale si vorrebbero espellere 361 dipendenti e trasferirne altri 115 molto lontano dalle proprie sedi.

“Restiamo in attesa – prosegue Tarlazzi –  di negoziare direttamente al tavolo con il Ministro Di Maio, ricordando che non è utile eludere l’intermediazione del Sindacato, visto che in questo Paese i lavoratori ancora possono scegliere di essere rappresentati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *