Figaia: Cave di Carrara, servono regole da applicare senza deroghe

Andrea Figaia, segretario Cisl della provincia di Carrara, dopo la morte di Lurand (Yuri) Llanay avvenuta nella giornata di sabato 6 settembre 2014, sulla questione della pericolosità del lavoro presso le cave di Carrara.

Figaia dichiara che «La morte di Yuri sul camion nel ravaneto appartiene, purtroppo, al ‘normale’ avvicendarsi di tragedie che da sempre colpiscono i bacini apuani. Non è la prima volta che mi trovo a dover commentare una simile notizia. Sulle strade di arroccamento occorre metterci mano: capire come e se possono continuare a svolgere il loro ruolo in queste condizioni. Servono manutenzioni strutturali e continue utili alla sicurezza del trasporto; trasporto pericolosissimo che richiede particolare perizia ed esperienza. Anche la tempistica, la modalità, l’accesso sembrano concorrere al fatto che ‘lassù’ tutto è possibile e ognuno fa ciò che vuole: forse occorre ripartire da qui. Sapere che ci sono regole che vanno aggiornate, rese cogenti, applicate senza deroghe. E dalla sicurezza meccanica dei mezzi. Si tratta di un passaggio culturale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + venti =