Autotrasportatore padovano non versa per sbaglio 70 centesimi e ora deve pagare 504 euro

Avatar utente
Lupus
Forum Admin
Forum Admin
Messaggi: 2838
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 1970, 0:00
Contatta:

Autotrasportatore padovano non versa per sbaglio 70 centesimi e ora deve pagare 504 euro

Messaggioda Lupus » giovedì 21 gennaio 2016, 14:43

Autotrasportatore non versa per sbaglio 70 centesimi e ora deve pagare 504 euro

Equitalia non fa sconti per l’errore commesso in Posta e moltiplica l’importo della multa a carico di Luigi Bertoni


di Nicola Cesaro

Immagine


21 gennaio 2016


OSPEDALETTO EUGANEO. Luigi Bertoni è titolare della “C&B Trasporti e Servizi”, ditta di trasporti che ha sede ad Ospedaletto Euganeo. Ha 66 anni e si reputa preciso e puntuale, soprattutto quando è ora di pagare. La beffa che gli è toccata, dunque, ha veramente un sapore amarissimo. Per un errore – manco dovuto alla sua incuria – di 70 centesimi, l’imprenditore si trova ora con una cartella esattoriale di ben 504 euro. Ben 720 volte tanto!
Tutto è nato il 29 aprile 2014 quando un dipendente della ditta di trasporti è stato multato all’altezza di Ostiglia, nel Mantovano. Il camionista è stato fermato dalla Polstrada di Mantova, la quale ha valutato che il conducente non aveva rispettato le dovete soste di riposo. Gli agenti hanno quindi elevato una sanzione da 193,93 euro. E fin qui tutto regolare, ci mancherebbe, chi sbaglia paga. «L’ho effettivamente pagata entro i cinque giorni, esattamente il 2 maggio 2014» ricorda Bertoni, documenti alla mano «Ed è qui che è arrivato l’inghippo. L’ufficio postale ha forse interpretato male la scrittura e mi ha fatto addebitare 193,23 euro, dunque 70 centesimi in meno rispetto al dovuto».
L’ammanco non è passato inosservato, tanto che dopo qualche settimana dal comando di polizia di Mantova in casa Bertoni è stata inviata una missiva che richiedeva il pagamento di quella differenza: «Anche in questo caso ho versato immediatamente la somma, pagando peraltro più di spese postali che di altro, ma se non altro pensavo di aver risolto il problema».
Mera illusione: la settimana scorsa nella sede della “C&B Trasporti e Servizi” è stata recapitata una cartella esattoriale di Equitalia dell’impoato di 504 euro. Cioè 720 volte tanto il valore che veniva richiesto, e che peraltro era già stato versato attraverso canali sicuri. «Ma vi pare una cosa possibile? Purtroppo se tento di fare ricorso, mi costa di più della cartella e perdere ore e ore ai call center di Equitalia o a far la fila negli sportelli locali è un lusso che non posso permettermi».


link articolo: http://mattinopadova.gelocal.it/padova/ ... 1.12815126



Torna a “Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite