Vittorio Veneto (TV): retromarcia su maximulte per TIR in centro storico di Serravalle

Avatar utente
Lupus
Forum Admin
Forum Admin
Messaggi: 2838
Iscritto il: giovedì 1 gennaio 1970, 0:00
Contatta:

Vittorio Veneto (TV): retromarcia su maximulte per TIR in centro storico di Serravalle

Messaggioda Lupus » sabato 21 maggio 2016, 7:30

Maxi multe a Serravalle Retromarcia del Comune

Il sindaco: «Troppe sanzioni finiscono in contenzioso, cancellata la delibera» L’inasprimento era stato voluto da Toni Da Re per scoraggiare i mezzi pesanti


Immagine

20 maggio 2016

VITTORIO VENETO. Retromarcia sulle maximulte per i tir che attraversano il delicato centro storico di Serravalle: da 500 euro le sanzioni torneranno a 40 euro. Troppi i rischi comportati dai ricorsi al giudice di pace da parte dei camionisti. Questi potevano infatti veder soccombere l'amministrazione dal momento che il giudice non applicava la delibera che prevedeva i super importi pensati per scoraggiare gli autisti dal passare attraverso il centro storico. La giunta del sindaco Roberto Tonon ha preferito fare un passo indietro e cancellare il provvedimento a suo tempo ideato sotto il mandato da primo cittadino di Gianantonio Da Re, che aveva portato le sanzioni 500 euro per i mezzi sopra le 8 tonnellate che attraversavano Serravalle. La decisione di tornare indietro è stata presa anche per evitare che dai contenziosi nascano delle richieste danni avanzate dai camionisti nei confronti del Comune, in un meccanismo che si ritorce contro il suo ideatore. Tutto cominciò oltre dieci anni fa quando la giunta Da Re decise di porre mano al problema che attanagliava il delicato centro storico a nord della città. Erano infatti moltissimi i tir che, cercando di risparmiare strada evitando l'A27, si incastravano nelle stretta nota come "Riva dei Mulin" oppure in via Martiri della Libertà. E ogni volta il traffico andava in tilt, i camion non riuscivano più a manovrare nelle strette viuzze serravallesi ed era necessario l'intervento della polizia locale. Si decise così per la maxi sanzione aggiuntiva a tutela di Serravalle: 40 euro di base più 450 euro, questi ultimi conteggiati come spese di notifica comprensive delle spese di personale. Fu molto efficace e le sanzioni passarono da 52 nel 2007 a solo sette a distanza di cinque anni, nel 2012. Partirono però numerosi ricorsi, come ricostruisce l'attuale giunta Tonon: «A seguito di ricorsi proposti da camionisti sanzionati il giudice di pace ha disapplicato la delibera, ritenendola inappropriata rispetto al reale costo sostenuto dall'amministrazione» ha spiegato la giunta, che ha revocato la delibera «per non esporre l'amministrazione comunale alla richiesta di danni da parte dei conducenti sanzionati che dovessero proporre ricorso al fine di sottrarsi al pagamento della somma stabilita». Si torna alla vecchia ordinanza.
«Siamo stati costretti a distaccarci dal percorso tracciato dalla precedente giunta a causa delle continue liti legali che si generavano - ha spiegato il primo cittadino Roberto Tonon - A garantire la sorveglianza a Serravalle rimangono le sbarre che controllano l'altezza dei mezzi, le telecamere di videosorveglianza e la polizia locale».

Alberto Della Giustina



link articolo: http://tribunatreviso.gelocal.it/trevis ... 1.13511531



Torna a “Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite