Il nuovo Volvo FMX: Manovrabilità superiore in tutte le condizioni

Il nuovo Volvo FMX è più semplice da guidare e allo stesso tempo è caratterizzato da numerose innovazioni che ne potenziano l’efficienza e la resa fuori strada. Il conducente può sterzare un veicolo dal carico pesante senza il minimo sforzo grazie alla nuova tecnologia Volvo Dynamic Steering. 

“Il sistema brevettato Volvo Dynamic Steering rappresenta un vantaggio per tutti i conducenti, ma i suoi benefici sono sicuramente più evidenti quando si guida a basse velocità. La possibilità di sterzare senza fatica rende il lavoro del conducente di veicoli da cantiere di gran lunga più semplice”, afferma Claes Nilsson, Presidente di Volvo Trucks.

La grande innovazione tecnologica è costituita dal motore elettrico azionato elettronicamente collegato alla scatola dello sterzo. Questo motore collabora con il servosterzo idraulico e viene regolato migliaia di volte al secondo dalla relativa centralina elettronica.

Qui di seguito, il filmato su Volvo Dynamic Steering.

“A basse velocità il motore elettrico sostituisce la potenza muscolare del conducente che può rilassarsi e sterzare senza sforzo né fatica”, spiega Gustav Neander, responsabile di progetto per Volvo Dynamic Steering.

In questo modo il sistema dinamico di sterzata previene gli infortuni professionali che si verificano con maggiore frequenza tra i conducenti di veicoli industriali. Volvo Dynamic Steering consente inoltre di riacquistare automaticamente la posizione centrale anche durante la retromarcia.

Nuove sospensioni pneumatiche posteriori

La maggior parte delle nuove caratteristiche del telaio e della trasmissione disponibili nel nuovo Volvo FMX contribuiscono a migliorare la produttività del veicolo.

“Questo è un aspetto importantissimo per i clienti che operano nel settore della cantieristica. Le nuove sospensioni pneumatiche sono realizzate in modo specifico esclusivamente per le attività svolte in cantiere senza alcun compromesso o connessione con altri segmenti”, spiega Peter Frleta, esperto di telai in Volvo Trucks, e aggiunge: “Le sospensioni pneumatiche posteriori offrono comfort e agilità notevoli sia quando il veicolo è a pieno carico sia quando è vuoto”.

Il sistema di sospensioni consente di controllare automaticamente l’altezza del veicolo e, grazie a un’altezza da terra pari a 300 millimetri, la presa è eccellente. Le sospensioni pneumatiche sono disponibili con configurazioni degli assali 4×2, 6×4 e 8×4.

Poiché la barra stabilizzatrice è alloggiata nel carrello, il veicolo gode di una stabilità eccellente. Allo stesso tempo, non sono presenti componenti delle sospensioni non protetti dietro l’ultimo assale del veicolo.

Per realizzare un diametro di sterzata più ridotto e diminuire l’usura degli pneumatici, è possibile utilizzare la configurazione 8×4 con carrello tridem con assale trainato a sterzatura idraulica. L’assale trainato può inoltre essere sollevato per aumentare la trazione sull’assale motore in condizioni operative difficili.

I-Shift combinato con una trazione integrale migliorata

La trasmissione I-Shift, già estremamente efficiente nelle manovre a basse velocità, può essere inoltre combinata con un assale anteriore di trazione ed è ora caratterizzata anche da un intervallo di cambio olio più lungo (450.000 km).

Il sistema di trazione anteriore è stato ulteriormente perfezionato per garantire una resa fuori strada e una resistenza maggiori. L’assale anteriore di trazione è stato riposizionato 100 mm in avanti nello stesso punto di un assale anteriore non di trazione.

Oltre a questo, la barra parallela è stata spostata in alto in una posizione più protetta. Lo sbalzo anteriore più corto assicura inoltre un aumento dell’angolo di attacco.

L’assale anteriore di trazione è disponibile nelle configurazioni di assali 4×4, trattore e autotelaio 6×6 e autotelaio 8×6.

Disponibile con motori da 11 e 13 litri

Il nuovo Volvo FMX è disponibile con motori da 11 e 13 litri con certificazione Euro 6. Il motore D13 ha una potenza che varia dai 380 ai 500 cavalli, mentre quella del motore D11 può variare dai 330 ai 450 cavalli. Per i mercati extra-europei, saranno disponibili motori adattati alle caratteristiche richieste dalle certificazioni Euro 3, Euro 4 ed Euro 5.

Per rispettare i requisiti Euro 6, il motore è stato dotato di un sistema EGR non raffreddato per il ricircolo dei gas di scarico che ne ottimizza la temperatura e riduce i livelli di NOx per un post-trattamento efficace.

Il filtro antiparticolato si rigenera automaticamente in normali condizioni di guida e la soluzione di assistenza brevettata da Volvo Trucks per il filtro consente al cliente un notevole risparmio in termini di tempo e costi.

 

c.s.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather