In Italia 484 veicoli per ogni officina di autoriparazione

In Italia nel 2012 le officine di autoriparazione erano 85.326 a fronte di un parco circolante di autovetture ed altri autoveicoli che aveva raggiunto una consistenza di 41.321.577 unità, con un rapporto di una officina per ogni 484 autoveicoli. Il dato scaturisce da uno studio su dati Cerved compiuto dall’Osservatorio Autopromotec, la struttura di ricerca della più specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico.

Il rapporto autoveicoli per officina secondo l’Osservatorio Autopromotec è in linea di massima adeguato alle esigenze del nostro parco circolante. Come per altri fenomeni vi sono però notevoli differenze tra nord e sud con ripercussioni, ovviamente, anche sulla economicità di gestione che è migliore dove maggiore è il numero di veicoli circolanti per officina. Questa situazione si verifica soprattutto al nord. La regione con il rapporto migliore (dal punto di vista degli autoriparatori) è il Trentino Alto Adige con 730 veicoli per officina, seguono il Friuli Venezia Giulia (599), la Toscana (577), la Lombardia (565), il Veneto (540) e l’Emilia Romagna (529). Abbastanza vicini alla media nazionale troviamo l’Umbria (517), il Lazio (502), il Piemonte e la Valle D’Aosta (483), la Campania (474), le Marche (472) e la Liguria (461). Seguono quindi una serie di regioni meridionali o centro-meridionali: la Sicilia (429 veicoli per officina), la Sardegna (412), il Molise (398), la Puglia (381), la Calabria (378), la Basilicata (315). Chiude la graduatoria l’Abruzzo con 315 veicoli per officina.

Per quanto riguarda le diverse specializzazioni, la parte del leone la fanno i meccanici che nel 2012 erano 44.631 e che dall’inizio del 2013, in forza di una nuova legge, costituiscono una nuova categoria, quella dei meccatronici in cui sono confluiti anche gli elettrauto che nel 2012 erano 8.435. Vengono poi i carrozzieri che sono pure una categoria molto importante con una consistenza di 22.373 aziende nel 2012. Completano il quadro 6.194 gommisti e 3.693 officine di concessionari auto. Il totale, come si è detto, è di 85.326 officine di autoriparazione nel 2012, con una crescita sul 2011 dell’1% derivante da piccoli incrementi del numero dei meccanici (+1,9%), di quello dei gommisti (+1,2%) e di quello delle officine dei concessionari (+0,5%), con un piccolo calo degli elettrauto (-0,9%) e con una sostanziale stazionarietà del numero dei carrozzieri. Tra le altre attività collegate del post vendita automobilistico lo studio dell’Osservatorio Autopromotec cita i centri di revisione che nel 2012 erano 7.297 con un crescita sul 2011 del 5,8%, le stazioni di servizio che erano 21.276, in calo dell’1,2% e gli autolavaggi che erano 5.664 (+7,9%).

Il mondo dell’autoriparazione si incontrerà dal 22 al 26 maggio nel quartiere fieristico di Bologna per Autopromotec 2013, dove si potrà vedere quanto di più avanzato offre la tecnologia per rendere gli autoveicoli sempre più sicuri, efficienti e rispettosi dell’ambiente in tutto l’arco della loro vita.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather