Incontro Autotrasporto-Governo, Assotir soddisfatta degli impegni presi dal ministro

in Associazioni - Enti - Istituzioni

Si è tenuto nella giornata di mercoledì 29 novembre 2017, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’incontro tra le associazioni di categoria  e il Capo di Gabinetto del Ministro Delrio, Dr. Mauro Bonaretti, per fare il punto sulle problematiche che affliggono il settore e per le quali le stesse associazioni chiedevano da tempo un confronto con l’esecutivo.
Tre sono state le aree sulle quali il Governo ha fornito le risposte alle associazioni presenti all’incontro: risorse economiche a disposizione del settore per l’annualità 2018contrasto alla concorrenza e al dumpingfunzionamento delle Motorizzazioni.

Per quanto concerne il primo punto, Bonaretti ha confermato che nella Legge di Bilancio 2018, in discussione in Parlamento, il Governo si è impegnato a garantire il ripristino dei 50 milioni di euro che inizialmente, a causa di un emendamento approvato in Commissione Lavori Pubblici, erano stati sottratti all’autotrasporto; mentre, per quanto riguarda le spese non documentate lo stanziamento finale sarà reso noto non appena si conoscerà l’ammontare della voce dalle dichiarazione dei redditi presentate dagli autotrasportatori interessati nell’anno precedente, al fine di garantire i 51 euro come già avvenuto durante questa annualità.

Su questi aspetti Donati ha commentato: “Possiamo esprimere soddisfazione perché l’Esecutivo ha confermato gli impegni presi dal Ministro con noi Associazioni dell’autotrasporto”.

Sul tema della lotta alla concorrenza e al dumping il Governo ha confermato la volontà di difendere le ragioni dell’autotrasporto italiano in occasione della riunione del Consiglio dei Ministri dei Trasporti europeo del prossimo 5 dicembre, durante la quale si discuterà sul Pacchetto Mobilità con il fine ultimo di contrastare il cabotaggio abusivo ed il dumping sociale di proveniente prevalentemente dall’Est Europa.

Per quanto riguarda invece le tematiche riguardanti più strettamente i nostri confini nazionali, sono stati confermati da Bonaretti l’impegno a ritirare il cosiddetto “emendamento Amazon” – che prevedeva sostanzialmente la liberalizzazione incontrollata dei trasporti effettuati con veicoli leggeri – e sempre sulla prossima legge di Bilancio, l’Esecutivo sta sostenendo la norma sul divieto di riposo in cabina.

Per quanto riguarda, infine, l’ultimo punto, il Governo ha confermato il proprio impegno all’assunzione di 270 Ingegneri per espletare i numerosi compiti che gravano sulle motorizzazioni. Inoltre, l’Ingegner Chiovelli, presente anch’esso all’icnontro, ha aperto alla possibilità di affidare i processi di revisione dei mezzi ad operatori privati  riconosciuti non appena sarà completo il piano delle assunzioni statali.

Su quest’ultimo punto ha commentato categorico Donati: ”Abbiamo ribadito che la priorità per gli operatori è avere un servizio efficiente; che sia fornito da privati o dallo Stato è una questione che rimane di minore importanza”.

c.s.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimi articoli di Associazioni - Enti - Istituzioni"