Incontro Girlanda-Associazioni, Unatras valuta il fermo

A margine dell’incontro avvenuto nella giornata di mercoledì 6 novembre 2013 con il sottosegretario alle infrastrutture ed ai trasporti, Rocco Girlanda, Unatras annuncia di aver convocato il proprio Comitato Esecutivo, per la giornata di giovedì 14 novembre 2013, con all’ordine del giorno una eventuale proclamazione del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto.

Pubblichiamo qui di seguito, tratto dal sito di Conftrasporto (una delle associaizoni che compongono Unatras), il testo integrale del comunicato.

 

L’Unatras convoca il Comitato Esecutivo con all’ordine del giorno una eventuale proclamazione di fermo

L’incontro del 6 Novembre tra le Associazioni di rappresentanza delle imprese ed il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Rocco Girlanda, non porta nessun elemento concreto di novità rispetto alle precedenti riunioni.

Anzi la novità c’è ma riguarda il rigetto degli emendamenti presentati per assegnare all’Albo ruoli e funzioni che possano arginare la competizione sleale e garantire la rappresentatività della categoria.

Per quanto riguarda l’abrogazione della norma che introduce il taglio dei rimborsi delle accise per l’autotrasporto di merci e persone, tema centrale di tutti gli incontri, il Sottosegretario ai trasporti non ha portato nessun elemento di certezza se non quella che confida nell’impegno del Ministro Lupi per ripristinare questa agevolazione nel pieno delle sue originarie previsioni.

Unatras, pur confidando nell’impegno del Ministro, non può che riscontrare l’assoluta assenza di atti concreti e tangibili rispetto agli impegni presi e pertanto annuncia la convocazione del proprio esecutivo con all’ordine del giorno la valutazione degli incontri avuti con il ministero e l’eventuale proclamazione del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto.

L’esecutivo si terrà il 14 Novembre, il giorno dopo la nuova convocazione stabilità dall’On. Girlanda e ciò darà modo di valutare eventuali ed auspicati elementi di concretezza rispetto a quanto emerso sino ad oggi.

Roma, 6 novembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 4 =