La morte di Carmine Surace: le nostre condoglianze

Nel pomeriggio di martedì 8 maggio, Carmine Surace, camionista 60enne di Feletto Canavese (provincia di Torino), è morto in un incidente mortale che ha avuto luogo presso la cava di ghiaia ILC di strada della Mandria a Rondissone a pochi chilometri da Chivasso (provincia di Torino).

Stando ai primi riscontri effettuati dai carabinieri e dagli ispetttori dello Spresal dell’Asl T04, pare che l’uomo sia stato travolto e schiacciato da una pala meccanica in retromarcia manovrata da un operaio di 57 anni, dipendente della società che gestisce la cava. Quando si è reso conto del dramma, l’uomo ha immediatamente fermato il mezzo e ha lanciato l’allarme, ma gli sforzi compiuti dal personale sanitario del 118 per rianimale la vittima si sono rivelati inutili.

Sull’incidente mortale la procura di Ivrea ha aperto un fascicolo. Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto, pare che Carmine Surace fosse appena giuntoi nella cava per scaricare del materiale di risulta. A stabilire come e perchè il camionista sia stato investito dalla pala meccanica, saranno le indagini avviate dai carabinieri della vicina stazione di Verolengo. Sembrerebbe chiaro, comunque, che si è trattato di una imprevedibile disgrazia. La notizia è stata riporta dal quotidiano online di informazione locale canavesenews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *