La solidarietà del sindacato FAST autotrasporto ai lavoratori Fedex

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata dall’associazione FAST autotrasporto al Governo sulla vertenza Fedex.

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
c/o Palazzo Chigi, Piazza Colonna 370, 00186 Roma (RM)

Egregi Signor Presidente e Signor Ministro,

scriviamo la presente per rappresentare la tragica situazione che stanno vivendo i lavoratori della FEDEX, colosso americano dei trasporti, che ha preannunciato, a seguito dell’assorbimento delle maestranze della TNT, una razionalizzazione dei posti di lavoro che prevede il licenziamento di 317 dipendenti dei 24 stabilimenti italiani.
Considerato che l’azienda attualmente sta attraversando una fase di forte espansione e che, pertanto, la scelta dei licenziamenti non è affatto dovuta a reali esigenze aziendali, bensì a mere ragioni di opportunismo, si tratta di un atto padronale inaccettabile in un Paese che si proclama democratico e tutore dei diritti sociali dei cittadini.
Ragion per cui chiediamo l’immediato intervento dell’ Esecutivo, al fine di mediare un accordo tra i lavoratori e la rappresentanza datoriale, affinché si tolga ad un’azienda il potere di decidere arbitrariamente chi licenziare, senza la benché minima forma di tutela della parte debole.
Qualora il Governo resterà sordo innanzi alla nostra richiesta ed avallerà l’ennesimo abuso ai danni dei lavoratori italiani da parte di una multinazionale, ci impegniamo perché la vicenda non passi sotto traccia. Preannunciamo, infatti, che saremo al fianco dei dipendenti in un sit-in di protesta c/o gli stabilimenti destinati alla chiusura; dopodiché valuteremo e concorderemo con i lavoratori una serie di iniziative ulteriori, volte ad impedire che tale scempio si consumi.
Sono circa 3 anni che FedEx ha acquisito TNT Express. FedEx è la più grande compagnia aerea cargo del mondo con 660 velivoli all’attivo e 57 ordini ed è la quarta più grande al mondo per flotta aerea. È la divisione del trasporto aereo della compagnia logistica mondiale FedEx. Questi punti di forza hanno permesso ai giovani di accedere a nuovi posti di lavoro e far parte di Federal Express.

Oltre 317 dipendenti, ora, dopo aver sempre creduto nel loro progetto e dimostrato impegno visti i risultati ottimali sempre ottenuti dalla stessa, si sono ritrovati con un Comunicato Ufficiale afferente alla chiusura della maggior parte delle Filiali FedExpresenti in Italia, annunciando così una proposta di licenziamento.

FedEx decide di acquisire TNT per un motivo molto semplice. Come molti sanno, le spedizioni FedEx viaggiano sempre per via aerea e non attraverso veicoli. TNT Express invece, utilizza principalmente per le Sue spedizioni, la modalità via terra quindi trasporto su gomma. Questa fusione per FedEx conta molto, peccato che per i suoi dipendenti è un danno non poco rilevante. 
Dure le reazioni del sindacato autonomo Fast-Confsal, che tramite i suoi rappresentanti Niosi e Faranda ,condanna la scelta di FedEx di chiudere ben 24 sedi in tutta Italia,c solo obiettivo di ridimensionare è concentrare tutta l’attività caratteristica di recapito in soli quattro grandi centri.
Sempre i due sindacalisti rivolgono un appello a tutte le forze affinché si apra il prima possibile un tavolo che affronti a 360 gradi tutte le problematiche,
Dato che quei 317 esuberi non sono solo numeri, sono risorse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + nove =