Livorno, autista lavora in nero e manomette cronotachigrafo

Ennesimo episodio di sanzione per il mancato rispetto della normativa inerente i tempi di guida e di riposo. Il fatto, questa volta, si è verificato a Livorno dove una pattuglia del Nucleo motociclisti delle Sezioni territoriali Sicurezza e Mobilità del Comune di Livorno ha fermato un autista rumeno a bordo di un mezzo pesante di un’azienda italiana.

Le consuete operazioni di controllo hanno infatti evidenziato che il cronotachigrafo era stato alterato con il “sistema della calamita”, motivo per cui l’autista si è visto comminare una sanzione pecuniaria di 1.681 euro e ritirare la patente per un periodo fino a 3 mesi (sarà la Prefettura a stabilire la durata esatta della sospensione). Ulteriori verifiche hanno poi portato a scoprire che l’autista stava in realtà anche lavorando “in nero”. E’ così immediatamente scattata la comunicazione alla sezione locale dell’Ispettorato del Lavoro che ha multato anche l’azienda per lo stesso importo dell’autista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 1 =