Lupi-Dobrindt vertice tra ministri dei trasporti di Italia e Germania

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha avuto nella giornata di oggi, giovedì 17 luglio 2014 a Roma, presso il Ministero di Porta Pia, un incontro con il suo omologo tedesco, Alexander Dobrindt, dedicato al programma trasporti del nostro semestre di presidenza UE.

I due ministri hanno convenuto sul ruolo chiave delle infrastrutture e dei trasporti per rilanciare la crescita economica,  creare occupazione, aumentare la competitività, favorire la coesione sociale e dunque migliorare la qualità della vita dei cittadini dell’Unione. E’ anche in questa maniera, ha specificato Lupi, che si può contrastare l’antieuropeismo emerso nelle ultime elezioni europee. E’ dunque importante, ha aggiunto, rilanciare gli investimenti del settore e lavorare per il completamento del mercato unico dei trasporti. Questo è l’obiettivo politico per il settore trasporti durante la Presidenza italiana,  focalizzato sullo sviluppo delle reti TEN-T,  sulle riforme nei settori del trasporto ferroviario ed aereo, e sulla nuova normativa portuale.

Sul trasporto ferroviario Lupi ha confermato l’intendimento di lavorare per pervenire, con il sostegno di tutti gli Stati membri  e della Commissione Europea, a un avanzamento significativo del  IV Pacchetto ferroviario nelle sue componenti tecniche e politiche.

In tema di liberalizzazione ha ricordato che Italia e Germania sono stati tra i primi paesi dell’Unione ad aprire i loro mercati e hanno dunque interesse a che anche gli altri paesi seguano su questa linea.

Il ministro Dobrindt si è detto molto interessato al Consiglio informale Trasporti, che si terrà a Milano il 16 e 17 settembre e sarà dedicato ai temi delle grandi reti di trasporto trans-europee, con particolare focus sulla governance dei corridoi, sui meccanismi di finanziamento, sul ruolo delle infrastrutture nella revisione della strategia per la crescita Europe 2020, sulla mobilità urbana.

Dobrindt ha quindi illustrato il progetto di pedaggio stradale che si intende introdurre in Germania nel 2016 al fine di  raccogliere fondi per spese in investimenti e manutenzione delle infrastrutture. Lupi ha chiesto di essere tenuto informato dell’evoluzione di questa proposta che ha avuto riflessi importanti anche in Italia dove il settore dell’autotrasporto ha notevole peso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − diciassette =