L’uso corretto del cronotachigrafo: seminario a Cesena

Alle ore 9 di domani, sabato 4 ottobre 2014, presso la sede di Confartigianato Cesena, si  tiene un seminario formativo per gli autotrasportatori sul tema “L’uso corretto del cronotachigrafo e rispetto della normativa sociale in tema di tempi di guida e di riposo degli autisti professionali” .
In merito, il presidente di Confartigianato Trasporti Cesena, Valerio Cangini, dichiara: “All’insegna dell’impegno orientato al  rispetto della legalità per un mercato  dei servizi di trasporto, basato su una competizione corretta, nonché dell’obiettivo della sicurezza stradale per limitare l’incidentalità, continua il nostro percorso di approfondimento formativo Cesena sui temi della qualificazione delle imprese  di autotrasporto merci conto terzi. Per fare il punto della situazione in modo chiaro e approfondito sulle principali regole di circolazione stradale che disciplinano il settore,  spesso oggetto di verbalizzazioni da parte di  numerosi organi di controllo della strada, l’associazione ha predisposto un seminario formativo”.

Secondo Eugenio Battistini, responsabile di Confartigianato Trasporti Cesena, questo appuntamento… “intende mantenere alta la guardia su temi delicati per l’esercizio dell’attività di autotrasporto, con approfondimenti sulle regole che disciplinano i tempi di guida e di riposo degli autisti, il corretto utilizzo del cronotachigrafo, nonché il possesso del modulo di assenza del conducente nei casi previsti dalla legge”.

Tra i relatori il docente Pierluigi Abriani,esperto del Codice della strada  (ex Sovrintendente Capo della polizia di Stato), ed il responsabile  sindacale dell’area Trasporti, Logistica e Mobilità di Confartigianato Federimpresa Cesena, Eugenio Battistini.

Il presidente Cangini ricorda che “Confartigianato Trasporti in un momento difficile per la nostra economia, ma ancor più difficile per l’autotrasporto, in quanto il sistema produttivo spesso remunera le prestazioni sottocosto, intende fare la propria parte per diffondere nelle imprese di trasporto la cultura della legalità per viaggiare nel rispetto delle regole, e non incorrere in sanzioni che sempre più spesso vengono elevate da vari enti di vigilanza (Polstrada, Polizie Municipali, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Direzione Territoriale del lavoro). L’auspicio è che anche la committenza faccia la propria parte nel consentire il rispetto delle regole degli autisti, dal momento che può essere spesso corresponsabile delle loro violazioni. Confartigianato Trasporti conferma inoltre l’impegno di confronto con le istituzioni per la tutela del settore e nel coinvolgimento delle imprese ad affrontare i cambiamenti in atto in un mercato dei servizi, sempre più soggetto all’aggressione di vettori stranieri”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 4 =