Nel 2012 crollate le immatricolazioni di mezzi pesanti in Italia

Un vero e proprio tracollo. Le immatricolazioni di autocarri pesanti (vale a dire con portata pari o superiore a 16 tonnellate) nel 2012 sono diminuite del 28.5% rispetto all’anno precedente. 

I dati Acea rielaboati dal Centro Ricerche Continental Autoarro parlano chiaro e non lasciano spazio a dubbi e rivelano come anche le immatricolazioni di autobus e pullman hanno subìto una fortissima flessione se si pensa che sono calate del 30,4% rispetto al 2011.

Il trend, anche se in misura nettamente minore, riguarda tutta l’Unione Europea che, per quanto riguarda i mezzi pesanti, registra un -9,4%. La Francia registra un -8,5%, la Germania un -9,6%, la Spagna un -20,4% e la Gran Bretagna un -0,4%.

Per quanto concerne autobus e pullman, invece, l’Unione Europea registra addirittura un positivo +1,4% medio con dati piuttosto diversificati da stato a stato se si pensa che la Spagna registra un -38,7%, la Francia un -10,9%, la Germania un +1,9% e la Gran Bretagna addirittura un +31,9%.

© camionistionline.com –  riproduzione riservata

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather