Nuove gamme Renault Trucks: strumenti e uomini

Da sette anni, Renault Trucks prepara l’arrivo delle proprie nuove gamme di veicoli.Prima di scoprire, l’11 giugno, i nuovi autocarri, vediamo che cosa c’è dietro le quinte, dove “qualità” è la parola d’ordine.

Investimenti
Il lancio di una nuova gamma di veicoli implica importanti investimenti. Per produrre le nuove gamme, che saranno svelate il prossimo 11 giugno, Renault Trucks ha profondamente rinnovato i propri mezzi di produzione investendo 150 milioni di Euro, in Francia, negli stabilimenti di Lione (Rhône), Bourg-en-Bresse (Ain) e Blainville-sur-Orne (Calvados).
Una nuova linea di grosse presse è stata installata a Lione per fabbricare le nuove cabine. A Blainville-sur-Orne, ci sono ora due nuove linee: una di assemblaggio e una di rivestimento delle cabine. A Bourg-en-Bresse, una linea di sviluppo, utilizzata per i nuovi veicoli, è operativa da tre anni: consente di collaudare il processo d’assemblaggio e logistica delle serie, di portare a termine i veicoli prima della commercializzazione e di formare gli addetti.
«Questo rinnovo delle gamme è il risultato di un vero lavoro di co-sviluppo tra l’engineering prodotto e processo», precisa Olivier Vidal, SVP responsabile per l’assemblaggio cabine e veicoli in Europa, Medio Oriente e Africa.

Qualità
«Nei nostri stabilimenti, diverse centinaia di persone si dedicano quotidianamente al lancio delle nuove gamme», indica Olivier Vidal. Sono anche stati instaurati nuovi processi di fabbricazione, affinché gli addetti guadagnino in efficienza e sicurezza. «L’ergonomia delle postazioni di lavoro è stata al centro delle nostre preoccupazioni nella progettazione delle nuove gamme. In effetti, permettere agli addetti di lavorare nelle migliori condizioni possibili è anche una garanzia di qualità per i nostri clienti», aggiunge Olivier Vidal.
La qualità è proprio la posta in gioco più importante per Renault Trucks, che lavora su un know how perfetto fin dal lancio del prodotto : «Sappiamo che il livello di qualità richiesto è molto alto e non ci saranno compromessi», afferma Olivier Vidal.

 

c.s.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather