Le proposte di CNA-Fita al ministro Lupi

CNA-Fita ritiene che la nota di Unatras sia fin troppo riduttiva e non colga la necessità profondo del mondo imprenditoriale per un cambiameto concreto, per questo motivo ha redatto un documento che ha inviato al ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, con le osservazioni dell’associazione. CNA-Fita ha inoltre elaborato un volantino con le proposte per la sopravvivenza delle imprese di autotrasporto italiane.

“Riteniamo necessario – recita una nota ufficiale della CNA-Fita che presenta i due documenti – chiarire cosa sia veramente importante per CNA-Fita per non cadere negli errori di sempre lasciando le imprese con un pugno di mosche e  mantenendo schemi e strutture inefficienti ed inutile alla prova dei fatti. Alleghiamo, per chiarezza, quanto il meccanismo unitario non ha saputo recepire e che invece consideriamo fondamentale per fare del confronto la chiave di volta per uscire dall’attuale stato d’inerzia, politico e associativo. Ribadiamo quindi le nostre proposte come di seguito e alleghiamo la nota tecnica che è stata inviata lunedì sera, al Ministero dei Trasporti, come richiesto dallo stesso Ministro Lupi subito dopo l’incontro della scorsa settimana. E’ bene ricordare che il confronto unitario è tale solo sulla carta quando non riesce a far suo l’intero spettro propositivo delle rappresentanze coinvolte, trincerandosi in soluzioni preconfezionate e stantie.

Le osservazioni inviate da CNA-Fita al ministro Lupi

Volantino proposte CNA-Fita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =