Reggio Calabria, apre al traffico un tratto della nuova SS 106 “Jonica”

Apre al traffico un importante tratto di 10,5 km della nuova strada statale 106 “Jonica” (lotti 6, 7 e 8), tra Palizzi e Caulonia, compreso lo svincolo di Marina di Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria.
“La nuova infrastruttura – ha affermato Pietro Ciucci – sostituisce la strada esistente caratterizzata da piattaforme limitate che, attraversando i centri urbani, non è più in grado di sopportare il crescente flusso veicolare, soprattutto di mezzi pesanti. L’intervento risulta strategico per il sistema viario jonico e di fondamentale importanza nella interconnessione con le tre infrastrutture di trasporto principali lungo la costa tirrenica, quali l’aeroporto di Lamezia Terme, l’aeroporto di Reggio Calabria e la nuova autostrada A3 “Salerno-Reggio Calabria”.
“L’opera – ha proseguito il Presidente dell’Anas – si inserisce nell’ambito del tronco funzionale della variante alla strada statale 106, della lunghezza di 73 km, che si sviluppa per intero nella provincia di Reggio Calabria e costituisce un collegamento veloce per il traffico di attraversamento che bypassa i comuni di Locri, Siderno e Marina di Gioiosa Jonica, collegandosi a nord con la variante esterna all’abitato di Marina di Gioiosa Ionica al km 107,800 e a sud con lo svincolo di Gerace. L’apertura al traffico contribuirà, quindi, ad elevare la fluidità dei traffici che attraversano la regione, contribuendo in maniera determinante all’auspicato sviluppo socio-economico e turistico del territorio”.
La nuova carreggiata è costituita da due corsie di 3,75 metri per ogni senso di marcia, affiancate da banchine pavimentate, per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 22 metri. Lungo il percorso si contano 12 gallerie e 8 viadotti.
L’infrastruttura che comprende il viadotto “Gallizzi” di circa 900 metri, che si innesta alla variante di Marina di Gioiosa in corso d’esecuzione, è inserita nel Piano degli interventi strategici di preminente interesse nazionale della Legge Obiettivo e ha richiesto un investimento di 383,7 milioni di euro finanziato in parte con fondi UE – “PON Trasporti 2000-2006”. L’opera è, inoltre, coerente con gli obiettivi del Piano Generale dei Trasporti nell’ambito del potenziamento dei collegamenti del sistema “Salerno-Reggio Calabria” e “Lecce-Taranto-Sibari-Reggio Calabria” e con quelli del Piano Regionale dei Trasporti, in cui la nuova strada statale 106 “Jonica” è considerata opera strategica per mobilità e trasporto merci, tale da individuare nuovi tracciati alternativi all’attuale sede stradale.
“Nella Regione Calabria – ha concluso Pietro Ciucci – l’Anas ha già realizzato l’adeguamento a quattro corsie di circa 15 km al confine con la Regione Basilicata, 5 km nei pressi di Crotone e circa 17 km del Megalotto 2, tra Simeri Crichi e Borgia, in provincia di Catanzaro, ai quali si aggiungo ulteriori 10,5 km per un totale di oltre 47 km di nuova 106 “Jonica”. Infine, sono in corso i lavori della variante della Marina di Gioiosa e di Roccella Jonica, con l’obiettivo di ultimarli entro il 2014”.
Per la restante parte della statale 106 “Jonica”, ricadente nel territorio della regione Calabria, è previsto l’adeguamento, anche esso a quattro corsie. L’integrazione della nuova “Jonica” con l’autostrada “Salerno-Reggio Calabria” sarà conseguita con la realizzazione di trasversali di collegamento, già in parte in corso di esecuzione come la “Trasversale delle Serre”, la SS280 dei “Due Mari” e il megalotto 4 “Firmo-Sibari”.
L’apertura al traffico odierna era stata programmata per lo scorso 21 novembre, giornata di lutto nazionale per le vittime del maltempo che ha colpito la Sardegna, ed è stata rinviata senza cerimonia di taglio del nastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 12 =