Riccardo Nencini: Su omicidio stradale siamo a buon punto…

“Stiamo riscrivendo il Codice della Strada. Il disegno delega è ora all’esame del Senato e abbiamo inserito la previsione del reato di omicidio stradale e l’ergastolo della patente per chi uccide ed è sotto effetto di alcool o droga. Il dl delega è già stato approvato dalla Camera e anche a Palazzo Madama siamo a buon punto nell’iter di approvazione”. Lo ha detto Riccardo Nencini, vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, nella giornata di mercoledì 4 febbraio 2015, nel corso della trasmissione in onda su Rai 1, “A Conti Fatti”.
Nencini ha specificato che “purtroppo molti di coloro che si mettono alla guida sotto effetto di alcool o droga e sono responsabili di un omicidio sulla strada, tra sconti di pena e patteggiamenti di varia natura, non fanno un giorno di patria galera. E la media è 2 anni e mezzo di carcere. Per questi motivi – ha proseguito Nencini – e per una questione di giustizia, bisogna che si approvi il prima possibile il reato di omicidio stradale”. Nencini ha aggiunto che “gli incidenti stradali in Italia  ‘costano’ un punto e mezzo- due di Pil”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − uno =