Rimborsi pedaggi autostradali 2010: nuova delibera di ripartizione dei fondi

Il Comitato Centrale ha approvato nella seduta del 29 maggio le delibere di aggiornamento e rideterminazione delle percentuali di riduzione – alla luce della nuova direttiva pedaggi del 15 maggio – ai fini del saldo dei rimborsi 2010. Disposto l’immediato impegno di spesa. Decisa anche l’entità dei fondi per il 2011.

La direttiva del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti per la riduzione compensata dei pedaggi è uno dei provvedimenti maggiormente attesi dalla categoria soprattutto in presenza di una crisi che colpisce tutti i settori economici e in particolare quello dell’autotrasporto.
Per dovere di informazione dobbiamo far cenno alla precedente direttiva che il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato con il DM n. 0000108 del 29 marzo 2012 (registrazione della Corte dei Conti in data 16 novembre 2010), con la quale sono state adottate le disposizioni in merito all’impiego delle somme stanziate nel corso del 2012 sul capitolo 1330, che tra l’altro dispone l’utilizzazione di almeno il 90% di tutte le somme iscritte sul capitolo “prioritariamente per la copertura delle riduzioni dei pedaggi autostradali relativi agli anni 2009 e 2010”.
Il Comitato Centrale con la delibera del 2012 aveva rideterminato l’ammontare della somma complessiva dei fondi da destinare alle riduzioni dei pedaggi del 2010 in € 98.218.108,20 (attuata con decreto 1750/atm245 del 10 agosto 2012, con il quale si è provveduto ad utilizzare i fondi al momento disponibili). Poiché per soddisfare le richieste di riduzione dei pedaggi pagati nell’anno 2010 sarebbe stata necessaria una disponibilità superiore di fondi (pari ad € 188.533.285,76), è stata richiesta un’ulteriore disponibilità di € 90.315.177,56.
Con l’attuale direttiva n. 0000117/2013 del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti si dispone che il Comitato Centrale utilizzerà le risorse finanziarie sopra indicate, quali ulteriori somme da destinare alla riduzione dei pedaggi autostradali pagati dalle imprese nell’anno 2010 per  € 53.721.682,00 e relativo contenzioso pregresso (nonché € 150.000.000 per le spese inerenti la procedura delle riduzioni dei pedaggi pagati nel 2011 ed eventuale contenzioso pregresso). Rideterminando, quindi, che la somma destinata alla riduzione dei pedaggi autostradali, pagati dalle imprese di autotrasporto nell’anno 2010, è di € 151.739.790,20 a fronte della somma di € 188.533.285,76. Ciò ha comportato la necessità di aggiornare e di rideterminare le percentuali già previste nella direttiva 2012 nelle misure di seguito riportate.

Fatturato annuo dei pedaggi 
in euro
Percentuale
di riduzione totale

da applicare
Percentuale
già liquidata
Ulteriore percentuale 
da liquidare
Da € 51.646,00 a € 206.583,00 3,4850 2,2558 1,2292
Da € 206.583,01 a € 516.457,00 5,2315 3,3862 1,8453
Da € 516.457,01 a
€ 1.032.914,00
6,9780 4,5167 2,4613
Da € 1.032.914,01 a
€ 2.582.284,00
8,7165 5,6420 3,0745
Oltre € 2.582.284,00 10,4630 6,7725 3,6905

Si evidenzia che la direttiva pedaggi 2013 è stata registrata il 15 maggio u.s. e il Comitato Centrale, ben conoscendo le necessità della categoria, ha subito approntato le conseguenti delibere dovute, oltre che per determinare i nuovi criteri di definizione delle percentuali di riduzione, anche per consentire l’impegno immediato di spesa della ulteriore somma stanziata per i pedaggi 2010. Subito dopo l’approvazione del Comitato Centrale, sono state attivate le procedure di predisposizione del decreto di pagamento che, pur seguendo il necessario iter procedurale, sarà monitorato con particolare attenzione dagli uffici del Comitato Centrale.

 

dal sito ufficiale dell’Albo Autotrasportatori Conto Terzi: alboautotrasporto.it

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather