Salvatore Bella (AITRAS): Anche Regione Sicilia al tavolo col MIT

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del presidente dell’associazione AITRAS, Salvatore Bella, nel quale viene richiesta la presenza di rappresentanti della Regione Sicilia al tavolo convocato presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per mercoledì 9 aprile  per discutere della questione Sicilia.

Qui di seguito, il testo del comunicato.

La riunione di ieri presso l’Assessorato regionale trasporti tra l’Assessore Bartolotta e le Associazioni di categoria siciliane ha visto la condivisione, tra le altre, delle proposte presentate dall’Aitras e l’individuazione delle risorse per affrontare alcuni specifici punti. E’ necessario un chiarimento con il MIT circa alcune risorse destinate alla categoria per procedere alla pianificazione dei progetti. Pertanto è necessario che la Regione Sicilia sia rappresentata al tavolo convocato presso il Ministero per il 9 c.m., ma al momento non risulta pervenuto in Assessorato Trasporti nessuna convocazione. Abbiamo pertanto scritto alla Segreteria del Ministro affinché gli uffici si attivino ad inoltrare tale convocazione. Abbiamo inoltre inviato al MIT un elenco proposte, così come chiestoci dallo stesso Ministro nel corso dell’ultimo incontro, che riguardano, tra le altre cose,  la distribuzione dei 311 milioni di euro, l’abolizione dell’Albo Autotrasporto, l’abolizione del sistema a scaglioni del rimborso pedaggi autostradali, l’abolizione dei corsi di formazione e l’abolizione di UIRNET. Tutto ciò, insieme ai nodi siciliani, sarà il tema del prossimo incontro. Sottolineeremo anche l’ingiusta esclusione dai tavoli istituzionali dell’Associazione Trasportounito, considerato che non c’è nessuna legge che imponga l’accredito al CNEL per rappresentare le imprese ai tavoli di confronto istituzionali come invece previsto, e a torto, per l’Albo; il Goveno Renzi, di cui il Ministro Lupi e il Sottosegretario De Caro sono espressione, ritiene il CNEL un ente inutile, tanto da volerlo abrogare. Quindi chiediamo un minimo di buon senso almeno sulla rappresentatività e che Trasportounito venga convocato ai tavoli di concertazione. 

Salvatore Bella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + sei =