Salvatore Bella (AITRAS): autotrasporto, ultimo pensiero del Governo

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del presidente di AITRAS, Salvatore Bella, in merito allo stato attuale del “dialogo” tra le associazioni ed il Governo.

Il testo del comunicato:

Come volevasi dimostrare i problemi inerenti le criticità dell’autotrasporto siciliano sono l’ultimo dei pensieri del Governo. Il Sottosegretario si è permesso di prendersi beffa dei siciliani dopo promesse su promesse rinviando non una, ma due volte la data dell’incontro. Ma se pensate che sia tutto vi sbagliate: il Sottosegretario ha l’agenda più piena dello stesso Ministro tanto da non potere fissare una nuova data per l’incontro. E’ un copione che si ripete: minacciamo il fermo e nessuno ci da’ retta, lo attuiamo e dopo qualche giorno ci convocano per prometterci mari e monti a condizione di revocare il fermo, dandoci una data per la verifica; arrivato il giorno della verifica senza risultati (anche perchè non hanno alzato un dito per ottenerli) rimandano il tavolo di confronto all’infinito, nella speranza di vederci desistere o di passare la patata bollente al nuovo arrivato (non ci dimentichiamo che il rimpasto di Governo, se non peggio, è un’ipotesi più che verosimile). Questo comportamento è inqualificabile e dimostra che avevamo ragione a non volere dare fiducia alle promesse del Sottosegretario. La totale mancanza di rispetto verso i cittadini che hanno questi politici è diventata, per loro, la normalità. Ma noi non ci stiamo e pretendiamo risposte. Già nella gestione del pagamento dell’ecobonus 2010 il MIT ha dimostrato incompetenza, irresponsabilità e superficialità e migliaia di aziende ancoa oggi attendono il pagamento nonostante l’UE si sia pronunicata positivamente già a Luglio 2013. E che dire di un’Italia dove le Authority la fanno da padrone,  che non riesce a intervenire sull’abuso di posizione dominante di taluni armatori sullo Stretto di Messina, colpevoli di applicare tariffe altissime e che non trovano nessuna giustificazione? E intanto il MIT rimane inerme.  

Vergognatevi tutti…….. 

Salvatore Bella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 11 =