Salvatore Bella (AITRAS): Ci risiamo!

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del presidente di AITRAS, Salvatore Bella, in merito alle trattative con il Governo nella persona del sottosegretario alle infrastrutture ed ai trasporti, Umberto Del Basso De Caro.

Qui di seguito, il testo del comunicato.

Ci risiamo. Sembrava che finalmente avessimo chiarito e superato alcuni aspetti relativi alla rappresentanza, ma siamo al punto di partenza, precisamente al clima delle proteste del dicembre scorso, con l’unica eccezione dello sblocco dell’ecobonus 2010. Ma andiamo per ordine: durante l’ultima riunione con il Sottosegretario De Caro avevamo concordato l’istituzione di un tavolo permanente per risolvere finalmente una serie di problemi dell’autotrasporto, al quale avrebbero dovuto partecipare TUTTE le associazioni dell’autotrasporto, nessuna esclusa e in seno al tavolo le associazioni avrebbero dovuto presentare un elenco sintetico di problemi da risolvere con assoluta priorità e le modalità di suddivisione dei 330 milioni di euro per l’autotrasporto. Inoltre si sarebbe dovuto costituire il tavolo Stato – Regione Sicilia per i problemi specifici degli autotrasportatori siciliani. Sempre promesse e belle parole, mentre i fatti dicono altro: è stata convocata per il 6 maggio p.v. una riunione alla quale sono state invitate solo alcune associazioni nazionali. Abbiamo chiesto delucidazioni in merito al MIT, ma al momento non ci hanno dato nessuna spiegazione, se mai ce ne fosse una. Sia chiaro che qualora fosse  confermata l’esclusione dal tavolo, è inevitabile la rottura con il MIT e l’interruzione del clima collaborativo che avevamo avuto appena il tempo di intravedere. Le criticità che avremmo sottoposto al Sottosegretario Del Caro e per i quali non smetteremo di lottare sono:

  • abolizione Albo Autotrasporto
  • abolizione attuale sistema di rimborso dei pedaggi autostradali
  • chiarezza sulla gestione UIRNET che deve essere tenuta lontana dalle lobby speculative
  • problematiche legate allo Stretto di Messina e alla continuità territoriale della Sicilia
  • problematiche legate alla filiera agroalimentare.

Su questi punti saremo inamovibili.

Salvatore Bella
AITRAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 1 =