Salvatore Bella (AITRAS): Clima autotrasporto torna ad inasprirsi

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del presidente di Aitras, Salvatore Bella, sull’attuale situazione dell’autotrasporto italiano.

Si sta di nuovo inasprendo il clima tra gli autotrasportatori visto che alla mancata erogazione dell’ecobonus 2010 si aggiunge la mancata verifica programmata per ieri e rinviata e che era relativa alle richieste delle associazioni che hanno protestato a partire dal 9 dicembre. Gli autotrasportatori, con l’inizio del 2014 hanno dovuo subire nuovi aumenti, vedi autostrade, gasolio, traghetti e assicurazioni rca che, sommate al mancato rispetto della direttiva del MIT del 10 gennaio da parte della committenza che fissava il termine massimo di pagamento a 30 gg ma che continua a non rispettarla pagando le fatture a 120/150 gg, stanno riaccendendo gli animi. Molti associati ci hanno chiesto di fare azioni di protesta senza chiedere nessuna autorizzazione alle istituzioni. Stiamo cercando, faticosamente, di calmare gli animi nell’attesa di qualche notizia positiva in occasione dell’incontro del 29 gennaio. Anche dal fronte dei fondi per la categoria e della rappresentativita’  nell’Albo Autotrasportatori confidiamo in novita’ positive. Ricordiamo che la nostra posizione e’ ferma all’abrogazione del rimborso sui pedaggi autostradali con l’attuale sistema e la visibilita’ a tutte le sigle sindacali, grandi o piccole che siano. Tutte le associazioni che hanno aderito alla protesta iniziata il 9 dicembre non si riconoscono ne’ in Unatras ne’ in Anita (Confindustria).

Salvatore Bella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × quattro =