Salvatore Bella (AITRAS): tolti 49 milioni ad autotrasporto? Inverosimile

Riceviamo e pubblichiamo una comunicazione del presidente di AITRAS, Salvatore Bella, in merito alla notizia diffusa dal presidente di FAI-Conftrasporto, Paolo Uggè, secondo la quale il Governo avrebbe tagliato 49 milioni di euro destinati all’autotrasporto.

Qui di seguito il testo integrale della comunicazione.

Interveniamo in merito alla notizia fatta circolare dal Presidente Fai-Contrasporto Paolo Uggè secondo il quale la Ragioneria dello Stato ha tagliato 49 milioni destinati all’autotrasporto, 30 milioni per il pagamento dell’ecobonus 2010 e 19 milioni dai 330 promessi nel protocollo dello scorso novembre tra Unatras e Ministro Lupi. Anche non volendo considerare le dichiarazioni del Ministro Lupi che assicura che i fondi verranno reintegrati, la notizia del taglio dei 30 milioni destinati all’ecobonus 2010 ci sembra quantomai inverosimile per due ragioni: le imprese che hanno fanno istanza hanno già ricevuto la raccomandata dal Ministero di accettazione di richiesta di contributo, pertanto stiamo parlando di un provvedimento ufficiale adottato dal MIT e a fronte del quale lo stesso non può tirarsi indietro adottando un provvedimento di revoca, configurandosi in tal caso una palese lesione del legittimo affidamento, principo di natura europeistica e altresì richiamato nella L. 241/90; il contributo è già stato erogato a tutte le imprese il cui importo non superava 150.000 euro, si tratterebbe quindi di una disparità di trattamento di dimensioni colossali, contravvenendo ad un altro principio pilastro dell’ordinamento europeo e italiano, ovvero il principio di imparzialità. Sui 19 milioni sottratti ai 330 riferiti al protocollo di novembre saremmo assolutamente d’accordo anzi: visto che andrebbero quasi tutti al rimborso sui pedaggi autostradali ai quali, prima di arrivare agli autotrasportatori, i consorzi e le cooperative delle lobby darebbero una buona ripulita, sarebbe bene revocarli in toto. La notizia diffusa da Uggè sembra abbia il preciso scopo di creare panico e fomentare una protesta che vuole solo lui e qualche altro suo pari, temendo che la fetta del rimborso sui pedaggi autostradali subisca importanti ridimensionamenti. Comunque è sicuramente necessario un confronto nell’immediato con il Ministro Lupi che chiarisca ogni cosa e ci dica se il nuovo Sottosegretario ha intenzione di agire con spirito di continnuità rispetto agli impegni che aveva preso con le associazioni siciliane l’ex Sottosegretario Girlanda; non è pensabile dovere riprendere tutto da capo, la categoria è in grave stato di crisi e ha bisogno di risposte, non di riprendere i discorsi iniziati ogni volta che cambia un Sottosegretario o un Ministro.

Salvatore Bella
AITRAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + cinque =