Sindacati: F.lli Elia, ci sia continuità occupazionale

La vertenza dell’azienda F.lli Elia ha assunto contorni drammatici sotto il profilo sociale a causa di scelte aziendali discutibili e mai condivise dalle Organizzazioni sindacali a tutti i livelli e in particolare da quelle nazionali, anche per i tempi e i metodi utilizzati”, così dichiarano le Segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti in merito alla vertenza dell’azienda di autotrasporto merci F.lli Elia.
È utile ricordare – proseguono Filt, Fit e UilT – che sono state effettuate tre giornate di sciopero a livello nazionale con le dovute articolazioni territoriali. Mentre per alcuni settori l’azienda si è dichiarata disponibile a mitigare i disagi dei lavoratori (vedi i trasferimenti dei lavoratori della sede di Torino), per quanto riguarda il piazzale di Livorno la stessa F.lli Elia ha assunto una posizione di incomprensibile chiusura oltre che di provocazioni continue al tavolo negoziale, innescando, a giusta ragione, la reazione dei lavoratori”.

“Tuttavia – concludono le tre sigle sindacali – le Segreterie nazionali insistono a rimarcare con forza che l’unica proposta percorribile è la cessione del ramo di impresa delle attività di handling e di PDI e quindi il passaggio di tutti i lavoratori impegnati senza soluzione di continuità, utilizzando l’art. 2112 del codice civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − 4 =