Sondrio, Confartigianato e Fai soddisfatte della nuova 38

Confartigianato Trasporti e Fai di Sondrio, attraverso i loro referenti locali, hanno espresso soddisfazione per la nuova superstrada “38” aperta da un paio di giorni che dovrà avere un impatto migliorativo per quanto concerne la circolazione stradale locale. 

La versione on-line de La Provincia di Sondrio riporta la dichiarazione di Agostino Pozzi (Confartigianato) che ha detto: “Per noi autotrasportatori non è una cosa da poco, così la guida è più fluida, più dinamica non siamo costretti a fermarci, a rallentare, ad affrontare curve, visto che la superstrada è quasi tutta dritta e non ha intersezioni, né incroci a raso. Le migliori condizioni dell’arteria, permettono a chi guida mezzi pesanti di rallentare l’usura dei pneumatici, ma anche delle parti meccaniche, così si consuma meno carburante e di conseguenza se ne giova anche la qualità dell’aria. Sono solo nove chilometri e vogliamo considerarlo l’inizio di un progetto di revisione della rete stradale valtellinese che ci auguriamo possa proseguire con rapidità nei prossimi anni cominciando al più presto con la cantierizzazione della tangenziale di Morbegno. Per quanto riguarda il risparmio di tempo l’incidenza non è significativa, soprattutto con i mezzi a pieno carico che costringono a viaggiare a una velocità non elevata».

Soddisfatto anche Matteo De Campo (responsabile provinciale Fai) che, sempre secondo quanto riportato da La Provincia di Sondrio, ha dichiarato: “Ho sentito i colleghi e per il momento i commenti sono tutti positivi – sostiene – così evitiamo le rotatorie, numerose come sappiamo in bassa Valtellina e tagliamo fuori quel groviglio di strade e rampe che è il Trivio di Fuentes. L’augurio è ovviamente che si faccia presto il completamento della superstrada fino al Tartano, per non rischiare di incolonnarci tra Talamona e Cosio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *