Transfrigoroute Italia Assotir può entrare nell’Albo Autotrasporto

L’associazione Transfrigoroute Italia Assotir annuncia “che dopo un analogo pronunciamento in sede consultiva,  il massimo Organo del Diritto Amministrativo ha riconosciuto, anche in sede giurisdizionale, come  “apprezzabili”  le censure prospettate contro la decisione di non ammettere T.I. ASSOTIR tra le Associazioni chiamate a costituire il Comitato Centrale per l’Albo degli autotrasportatori.”

 

“Il Consiglio di Stato – prosegue il comunicato di T.I. ASSOTIR – ha riconosiuto – apprezzabili e meritevoli di un più attento esame” le obiezioni avanzate dall’Associazione contro la decisione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – decreto dirigenziale, a firma del Direttore Generale Dott. Enrico Finocchi, del 30 dicembre 2013 – di non riconoscere le caratteristiche di Associazione nazionalmente rappresentativa delle imprese di autotrasporto italiane e di escluderla, conseguentemente, dal novero delle Associazioni chiamate a far parte del ricostituito Comitato Centrale.”

“Contro questa decisione che – conclude il comunicato – a giudizio dell’Associazione, difesa e rappresentata dagli Avv.ti  Giuliano Gruner e Federico Dinelli, ignorava la storia sindacale, il radicamento territoriale e le adesioni all’Associazione di centinaia di imprese di autotrasporto italaine, T.I. Assotire aveva proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica e la Prima Sezione del Consiglio di Stato, in data 2 luglio 2014 –  in sede straordinaria –  aveva già espresso alle Amministrazioni il proprio parere sulla richiesta di Assotir, acogliendo la sua richiesta di sospensione della decisione ministeriale. Successivamente il TAR del Lazio – in sede di trasposizione del giudizio – aveva negato a T.I. Assotir la sospensiva che oggi, invece, il Consiglio di Stato – ma stavolta in sede giurisdizionale – torna a concedere all’Associazione. L’ordinanza sospensiva della IV Sezione giurisdizionale del  Consiglio di Stato – Presidente Riccardo Virgilio, estensore Nicola Russo – pronunciata lo scorso 8 gennaio, apre ora la strada all’ingresso dei rappresentanti di T.I. Assotir nell’organismo in attesa che la decisione di merito riconosca definitivamente il diritto di T.I. ASSOTIR a rappresentare e tutela le migliaia di imprenditori che si riconoscono nell’organizzazione, sostenendone le ideee e le proposte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 6 =