Uggè (FAI-Conftrasporto) risponde a Bella (Aitras) sui rimborsi dei pedaggi autostradali

Ha scelto il sito siciliaway.it il presidente di FAI-Conftrasporto, Paolo Uggè, per rispondere a quanto affermato dal presidente dell’associazione siciliana Aitras, Salvatore Bella, in merito al prossimo fermo dell’autotrasporto siciliano e al fatto che, secondo Bella, le associazioni nazionali lucrerebbero sui rimborsi dei pedaggi autostradali.

Riportiamo qui di seguito, estratto da siciliaway.it, quanto dichiarato da Uggè.

“In merito a quanto scritto e sostenuto dal presidente Bella vorrei sottolineare due cose – ha dichiarato Uggè -. La prima: non ho mai parlato di Aias e Aitras. La seconda invece riguarda la sterile polemica sollevata dal presidente Bella in merito ai rimborsi autostradali. Io affermo a chiare lettere che il presidente Aitras afferma il falso, e se vuole ne discuteremo in Tribunale così da chiarire una volta per tutte questa vicenda”.

 “Dice il falso quando afferma che solo una minima parte dei rimborsi autostradali finisce nella tasche degli autotrasportatori – sottolinea Uggè -. Mi sono espresso tante volte sulla vicenda, questa sarà l’ultima: nessuno può trattenere quelle risorse perché sono per legge direttamente destinate alle imprese dell’autotrasporto. Se il presidente Bella conosce chicchessia che si comporta in modo diverso da quanto previsto dalla legge, lo invito a presentare denuncia presso le autorità competenti. Se questo non dovesse accadere prego lui di smettere di diffondere cose non vere, e alimentare sterili polemiche”.

 “La nostra Federazione non offre questo servizio – ha concluso il vertice della Federazione Autotrasportatori Italiani -. Per quanto riguarda una cooperativa nostra associata che gestisce i rimborsi autostradali sappiamo benissimo che quanto stabilito di spettanza alle imprese viene a queste girato”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather