“Ultimatum al governo: se non saremo convocati ritorneremo ai blocchi stradali.

 Scrive Salvatore Bella, presidente dell’associazione AITRAS.

Il Governo nazionale cerca lo scontro con le associazioni regionali siciliane e sarde e le Regioni Sicilia e Sardegna: la prima convocazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in seguito alla proclamazione delle manifestazioni di protesta indette da associazioni di autotrasportatori siciliane, ha visto tra i destinatari solo le associazioni nazionali e gli armatori; oggi, nonostante in tale riunione non siano emerse soluzioni e nonostante i molteplici solleciti fatti al Mit dalle Regioni Sicilia e Sardegna di fare sedere al Tavolo i maggiori usufruitori delle autostrade del mare, ovvero gli autotrasportatori siciliani e sardi, il Ministero tira dritto e continua a ignorarli. Ritengo ingiusto e discriminante l’esclusione dal tavolo dell’Aitras decisa dal Ministro De Micheli e dal Viceministro Cancelleri, quest’ultimo siciliano, e che sa perfettamente che la soluzione ai problemi della nostra isola possiamo risolverla solo noi, i diretti interessati, che vivono e operano in Sicilia, non certo le associazioni nazionali. Il nuovo incontro al Mit è fissato per venerdì 31 gennaio e spero che per allora il Mit ritorni sui suoi passi; intanto abbiamo organizzato per mercoledì 29 gennaio un sit-in con volantinaggio allo svincolo di Tremonzelli sulla Ct-Pa, per sensibilizzare cittadini e istituzioni locali, in particolar modo le Prefetture: l’Aitras va convocata alla riunione del 31 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − 3 =